La presidenza biennale dell’Euregio Tirolese passa dal Tirolo al Trentino

A Innsbruck la cerimonia con il passaggio di consegne. 

0
869
euregio tirolese
Le bandiere dei tre territori dell'Euregio Tirolese.

Dal biglietto Euregio2Plus per una mobilità “senza frontiere” all’interno dei tre territori dell’Euregio Tirolese, passando per l’Euregio Aupair per conoscere le altre parti dell’euroregione, fino ad arrivare all’Anno dei Musei Euregio 2021, che è ancora in corso, gli ultimi due anni della presidenza tirolese dell’Euregio sono stati segnati da numerosi progetti, azioni ed eventi transfrontalieri che sono stati avviati ed attuati sotto la presidenza del Tirolo.
Alla Hofburg di Innsbruck ha avuto luogo, per l’ultima volta sotto la presidenza tirolese, la XXVI riunione della Giunta dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino con il presidente dell’Euregio e Capitano del Tirolo, Günther Platter, i presidenti del Trentino, Maurizio Fugatti, e dell’Alto Adige, Arno Kompatscher.

«L’Euregio Tirolese ha attraversato tempi turbolenti. La pandemia mondiale ci ha presentato sfide senza precedenti, ed è diventato chiaro che l’Euregio è forte. Nonostante tutte le avversità, siamo stati in grado di sviluppare ulteriormente la cooperazione dei tre territori a beneficio dei cittadini e raggiungere importanti progressi», ha detto Platter. Seguendo il mottoTu ne fai parte”, il coinvolgimento della popolazione e dei partner nell’Euregio Tirolese è stato il fulcro della presidenza tirolese dell’Euregio: «ci siamo riusciti in molti progetti».

Dopo la riunione della Giunta, Platter ha fatto un bilancio: «due settimane fa non solo abbiamo festeggiato i dieci anni dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino come Gruppo Europeo di Cooperazione TerritorialeGECT, ma anche la fondazione del Consiglio dei comuni dell’Euregio in occasione della prima Giornata dei comuni dell’Euregio Tirolese. Qui diventa tangibile ciò che c’è dietro la riforma dell’Euregio, che è stata firmata in agosto ed è quindi già in fase di attuazione: più vicinanza alla popolazione – sia attraverso i comuni che attraverso i consigli dei cittadini, la cui costituzione è già ai blocchi di partenza».

La riforma dei trattati costitutivi ha reso l’Euregio adatta al futuro e ha rafforzato gli elementi democratici e la partecipazione dei cittadini. «Nel quadro della nostra presidenza, abbiamo creato una nuova e forte base democratica per l’Euregio – ha detto Platter -. Ora, sotto la presidenza del Trentino, l’Euregio sarà ulteriormente supportata».

Platter ha passato ufficialmente lo scettro al prossimo presidente dell’Euregio, il presidente del Trentino Fugatti.

euregio tirolese
Il passaggio di consegne dal capitano del Tirolo, Günther Platter (a dx) al presidente del Trentino, Maurizio Fugatti (al centro), e dell’Alto Adige, Arno Kompatscher.

«Dopo due anni difficili a causa della pandemia, Tirolo e Trentino si avvicendano alla presidenza dell’Euregio», ha sottolineato Kompatscher, spiegando che «la guida dell’Euregio passa dal Nord al Sud, ma rimane in primo piano l’impegno comune per gli obiettivi condivisi con un’attenzione particolare per l’Europa e la popolazione dell’Euregio Tirolese. Questo include anche lo sforzo per avere dei “confini impercettibili”. Il biglietto di viaggio unificato nell’ambito dell’Euregio per gli studenti o la fusione delle reti elettriche sono passi importanti in questa direzione. L’Euregio anche in futuro continuerà ad opporsi alla chiusura dei confini, com’è avvenuto in occasione del Coronavirus».

Fugatti ha ringraziato il collega Platter per il lavoro svolto nel corso dei due complessi anni di presidenza tirolese, caratterizzati dall’emergenza sanitaria. «Oggi ha inizio un nuovo mandato che il ho l’onore di vivere nel ruolo di presidente, accanto ai colleghi di Alto Adige e Tirolo – ha detto Fugatti -. Il prossimo biennio sarà all’insegna della continuità, con l’obiettivo di rendere l’Euregio Tirolese ancora più vicina alle comunità locali, che vantano radici e una storia comune. La collaborazione transfrontaliera interesserà in modo particolare i Comuni – che rappresentano il cuore della nostra Autonomia – e i giovani, perché questo sia sempre più un luogo in cui le nuove generazioni possono trovare una casa comune».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata