Il Covid-19 rialza la testa: in Slovenia, Croazia, Austria e Germania deciso aumento infezioni

Battuti i record nuovi casi da inizio epidemia. In Italia allarme a NordEst, con Alto Adige e Friuli Venezia Giulia con forti incrementi. A rischio la stagione dello sci e dei mercatini di Natale. 

0
1323
covid-19 variante delta

Il Covid-19 ha rialzato la testa, complice anche l’allentamento dei controlli e della prevenzione, specie all’estero dove l’andamento delle vaccinazioni è ancora sotto le aspettative.

Slovenia, Croazia, Austria e Germania hanno registrato un deciso aumento dei nuovi contagi, mettendo in allarmele strutture sanitarie. In Slovenia, sono stati 4.511 i nuovi casi registrati  su 10.156 test molecolari eseguiti, «in aumento di oltre mille rispetto al conteggio record del giorno precedente» battono le agenzie di stampa, con il rischio che l’epidemia sembra ormai essere sul punto di andare fuori controllo nel paese, con altri nove persone morte di Covid-19.

In Croazia, nelle ultime 24 ore sarebbero stati registrati oltre 6.300 nuovi casi e altri 32 decessi. Nella mappa più aggiornata pubblicata la settimana scorsa dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), sia la Croazia sia la Slovenia sono state categorizzate con il colore rosso scuro, quello che indica le aree europee con i tassi di notifica di casi Covid-19 più elevati. Sulla lista delle zone più colpite dai contagi, anche la Romania e la Bulgaria, insieme a regioni di Grecia settentrionale, parti di Austria, Slovacchia e Polonia e Paesi baltici.

In Austria si stanno prendendo misure per limitare la circolazione e la fruizione dei servizi da parte delle persone non vaccinate, intensificando l’utilizzo dei tamponi.

In Italia la situazione è di guardia, con gran parte del paese in zona gialla secondo le analisi dell’Ecdc, con particolare attenzione per il Friuli Venezia Giulia e per l’Alto Adige. Iniziano a preoccupare i casi di nuovi contagiati, che potrebbero mettere a rischio la ripresa della stagione dello sci appena iniziata, complice le nevicate appena avvenute, e quella turistica legata ai mercatini di Natale, luoghi dove l’affollamento e i contatti interpersonali sono molto facili e, con essi, la possibilità di trasmettere il contagio, anche in considerazione che ormai è accertato come anche i soggetti vaccinati – e, quindi, muniti di “green pass” – possano essere portatori inconsapevoli del virus.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata