Unaie: Oscar De Bona eletto all’unanimità presidente

Guida Bellunese per l’Unione Nazionale Associazioni Immigrati Emigranti. De Bona: «unità, collaborazione e condivisione».

0
366
unaie
Unaie: il nuovo presidente Oscar De Bona (a sx) e quello uscente Ilaria Del Bianco.

E’ il primo bellunese a coprire la carica di presidente Unaie (Unione Nazionale Associazioni Immigrati Emigranti): si tratta di Oscar De Bona, legale rappresentante dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, che nell’assemblea plenaria svoltasi a Levico Terme è stato eletto all’unanimità presidente della storica associazione che, da oltre mezzo secolo, fa da collante con il mondo dell’associazionismo in emigrazione e le istituzioni nazionali, europee ed internazionali.

«Sono davvero onorato di assumere questo incarico – ha detto De Bona – e ringrazio i rappresentanti delle associazioni aderenti ad Unaie per avermi votato e riposto in me la totale fiducia».

Motivo di orgoglio va anche all’Associazione Bellunesi nel Mondo da sempre in prima linea all’interno di Unaie, sia con Vincenzo Barcelloni Corte, presidente fondatore Abm, sia con lo storico direttore Patrizio De Martin, entrambi venuti a mancare nel 2019.

«Sono convinto che dall’alto anche Patrizio e Vincenzo mi sosterranno – prosegue De Bona -. Ci aspettano grandi sfide come Unaie per il prossimo triennio. Di certo voglio puntare su unità, collaborazione e condivisione».

Quanto alle linee del suo mandato, De Bona ha già chiaro cosa fare: «dobbiamo mettere in atto le buone pratiche. Ogni nostra associazione ha un’esperienza personale che, messa assieme, può creare delle buone potenzialità con progetti di qualità e mirati sia alle nostre comunità di italiani all’estero, ma anche per lo stesso sviluppo del sistema Italia. Da sempre sostengo, e ne sono sempre più convinto, che dando uno alle nostre realtà associative si ottiene dieci».

A tal proposito, si vuole puntare con una maggiore sinergia tra Unaie, Confindustria e Camere di commercio: «svilupperemo ulteriormente la progettualità del “Turismo delle radici”, che ha permesso a Unaie di ottenere contributo da parte del ministero degli Esteri per organizzare un evento dal titolo “Meraviglie italiane” concretizzato nel 2019 a Montreal. Un’iniziativa che spero continuerà nel 2022 in Sud America tra Argentina, Messico e Brasile».

All’assemblea Unaie è stata letta anche la relazione morale da parte della presidente uscente, Ilaria Del Bianco. Una relazione che ha riassunto i tre anni di attività guidati da lei. «Abbiamo cercato di offrire ai nostri associati anche dei servizi e delle opportunità. Con soddisfazione – sottolinea Del Bianco – ce l’abbiamo fatta. Anche perché per la prima volta abbiamo realizzato un progetto sostenuto dal ministero degli Esteri e sono convinta che questo è solo un inizio. Sono sempre stata molto legata all’Unaie. Fin dagli inizi del 1990 e sono fiera di farne parte come Associazione Lucchesi nel Mondo».

Sempre nella sua relazione conclusiva, Del Bianco ha puntato sul futuro stesso dell’associazionismo in emigrazione: «dobbiamo cambiare marcia. È finito il tempo delle lacrime e degli abbracci. Le nostre associazioni devono essere viste come opportunità di scambio e di crescita. E abbiamo tutte le carte in regola per realizzare tutto questo».

Dopo l’approvazione del bilancio, si è passati all’elezione del presidente. La stessa Del Bianco ha proposto la figura di Oscar De Bona, approvato da tutti all’unanimità dopo ampia partecipazione al dibattito.

«È importante che tra di noi ci incontri più spesso. Le tecnologie messe in atto per fronteggiare il Covid-19 ce lo permettono. Per questo motivo dobbiamo organizzare una videoriunione a cadenza bi-mensile e non mancherà l’obiettivo di accrescere i nostri associati, portando Unaie a supere le 25 associazioni iscritte a livello nazionale – evidenzia De Bona -. Certo non bastano le video riunione. È necessario l’incontro diretto. A breve organizzeremo un incontro con il sottosegretario del ministero degli Esteri, l’on. Della Vedova. L’Unaie è presente e le sfide non ci spaventano. Non da ultimo un doveroso ringraziamento alla presidente uscente Ilaria Del Bianco. Grazie davvero per quello che hai fatto e che continuerai a fare come presidente onorario».

Oltre al presidente, l’assemblea Unaie ha nominato il nuovo direttivo per il prossimo triennio. Incarichi specifici sulle tematiche più importanti da affrontare con le comunità di italiani all’estero saranno distribuiti in occasione della prossima riunione del Direttivo.

unaie
il nuovo direttivo Unaie.

Oltre al presidente De Bona, Armando Maistri (Trentini Nel Mondo) è vicepresidente vicario, mentre Stefania Schipani (Filitalia – Roma) è vicepresidente. Tesoriere è Luigi Papais (Ente Friuli Nel Mondo). Componenti del direttivo sono Paolo De Gavardo (Giuliani Nel Mondo), Sebastiano D’angelo (Ragusani Nel Mondo), Stefano Veronese (Vicentini Nel Mondo) e Franco Conte (Trevisani Nel Mondo).

Revisori dei conti sono Olivier Dario, Nicola Stivala. Probiviri sono Franco Minussi, Salvatore Brino e Aldo Degaudenz.

A coadiuvare il direttivo nella funzione di direttore Unaie c’è Francesco Bocchetti (Trentino nel Mondo), mentre il direttore dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, Marco Crepaz è il portavoce del presidente.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata