Aggregazione per le società Vitella Srl, Starmix Srl ed Effedue Srl

0
253

Nell’operazione Mandarin Capital Partners è stata assistita dallo studio legale Pavia e Ansaldo e da KPMG, mentre i venditori sono stati assistiti da Eos & Partners, dallo studio SAT, da Casa & Associati, Franco & Associati e dallo studio Testolin Crestani.

Mandarin Capital Partners III, fondo di private equity specializzato in investimenti in piccole medie aziende esportatrici italiane, ha chiuso un’operazione di aggregazione di tre aziende del settore dei macchinari per panifici, pasticcerie e pizzerie.

Le aziende in questione sono Vitella Srl, Starmix Srl ed Effedue Srl, brand ben conosciuti nel mondo che progettano e producono macchine come spezzatrici, mescolatrici, planetarie, sfogliatrici e impastatrici.

Il nuovo gruppo chiude il 2021 con un fatturato di circa 23 milioni, una marginalità superiore al 15% ed una quota di export intorno al 60%.

Il progetto elaborato da MCP prevede che a questa prima operazione ne seguano altre con lo scopo di completare la gamma di prodotti offerti alla clientela.

I tre imprenditori delle società in questione, che verranno fuse nei prossimi mesi, andranno a rivestire ruoli manageriali all’interno del nascente gruppo, mentre amministratore delegato sarà Paolo Zunino, manager con esperienza pluriennale nel settore del food machinery, tra cui quella alla guida della Esmach, società del gruppo Ali.

Alla presidenza del gruppo, MCP ha chiamato Gianluca Boni, manager con importanti esperienze in aziende che hanno realizzato progetti di aggregazione, anche per conto di fondi di private equity.

MCP è stata assistita dallo studio legale Pavia e Ansaldo con un team guidato dal socio Giuseppe Besozzi e composto dalle associate Martina Bosi e Martina Villa, che ha curato tutti gli aspetti dell’operazione, dalla due diligence legale, ai contratti di acquisizione, accordo di investimento e patto parasociale, alla documentazione ancillare, nonché al contratto di finanziamento.

MCP è stata, inoltre assistita da KPMG come buy side advisor e per le due diligence finanziaria e fiscale, mentre quella commerciale è stata affidata a GEA.

I venditori sono stati assistiti da Eos & Partners boutique di global advisory guidata da Roberto Duchini, Emilio Marcon e Franco Silvano Toni di Cigoli, dallo studio SAT con l’avvocato Alvise Spinazzi e il dottor Silvio Genito, dallo studio Casa & Associati con l’avvocato Silvia Rosina, dallo studio Franco & Associati con la dottoressa Silvia Fiorin nonché dallo studio Testolin Crestani con il dottor Giovanni Papesso.

Il Dottor Zunino è stato assistito da Andersen in Italy con l’avvocato Carlo Riso, l’avvocato Andrea Ferrandi e il dottor Giovanni Gallucci.

BPER in qualità di banca finanziatrice è stata assistita dallo Studio Legale Associato in associazione con Simmons & Simmons LLP con un team guidato dal socio Davide D’Affronto e composto dalla supervising associate Cettina Merlino e dalla trainee Alessandra Belmonte. Advisor del debito di MCP è stato il team di Alessandro Azzolini di PwC.

Gli aspetti notarili dell’operazioni sono stati seguito da Milano Notai con il notaio Giovannella Condò.

Scopri tutti gli incarichi: Andrea Ferrandi – Andersen; Giovanni Gallucci – Andersen; Carlo Riso – Andersen; Silvia Rosina – Casa & Associati; Silvia Fiorin – Franco & Associati; Giuseppe Besozzi – Pavia Ansaldo; Martina Bosi – Pavia Ansaldo; Martina Villa – Pavia Ansaldo; Alessandro Azzolini – PwC Tax & Legal; Silvio Genito – SAT; Alvise Spinazzi – SAT; Alessandra Belmonte – Simmons & Simmons; Davide D’Affronto – Simmons & Simmons; Cettina Merlino – Simmons & Simmons; Giovanni Papesso – Testolin Crestani;