Continua la fase calante della Lega Salvini premier

In Italia i sondaggi sulle intenzioni di voto lo pongono al terzo posto, stabilmente superato da Pd e FdI. Anche in Europa la situazione non è positiva. Manca la capacità di incidere sulle strategie del Paese. 

0
621
salvini premier

Continua la fase calante del leader della Lega Salvini premier, Matteo Salvini, il quale da molte settimane ha persolo scettro di primo partito d’Italia prima a favore dei Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, per poi finire superato anche dal Pd che dalle elezioni amministrative di ottobre ha ricevuto un inatteso impulso di vitalità, tornando ad essere primo partito.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”.

Con un Salvini non più nella posizione di dare le carte del gioco politico, tante situazioni stanno venendo rapidamente a galla: dalla mancanza di reale capacità di incidere nei problemi che stanno a cuore della parte produttiva del Paese – e storica base elettorale della Lega Nord -, con tasse che, nonostante la parziale limatura, si confermano al vertice dell’Eurozona, con oltre 18 miliardi di maggiore aggravio rispetto ai competitori d’oltre frontiera. Per non dire dell’insuccesso della strategia europea di creare un forte eurogruppo sovranista al Parlamento europeo, ambito dove Giorgia Meloni da leader dei conservatori europei riesce ancora a superare Salvini.salvini premier

E che dire di quell’autonomia che Lombardia e Veneto, culle della Lega fu Nord, attendono da oltre 1.500 giorninonostante la volontà popolare espressa a mezzo referendum popolare? Non pervenuta, ma intanto si apprende che per quella Roma fu ladrona il governo Draghi s’appresta ad emanare un provvedimento straordinario di concessionedi maggiori poteri con annesso pingue assegno economico. Per la serie oltre le beffe, il danno, visto che i fondi per Roma li pagano in gran parte proprio Lombardia e Veneto, regioni con il maggiore residuo fiscale.

Forse, varrebbe la pena fare il passo definitivo su cui l’assemblea nazionale – provvidenzialmente rimandata a data da destinarsi causa il riacutizzarsi della pandemia da Covid – che doveva svolgersi per la prima volta a Roma (addio alla Milano leghista) avrebbe dovuto pronunciarsi: dare il via allo scenario tedesco tipo l’alleanza Cdu-Csu, con una formazione Salvini premier di respiro nazionale capace di esprimere un 15-18% di consenso e una nuova Lega Nord forte del suo radicamento nella parte produttiva del Paese, con un 40-50% dei voti, capace di condizionarerealmente le scelte nazionali.

Ecco come la graffiante matita di Domenico La Cava interpreta la situazione.salvini premier

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”.

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/QM2eeeqHyFQ?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata