Caro bollette, Salvini “Serve uno scostamento di bilancio di 30 mld”

0
81

ROMA (ITALPRESS) – Il rincaro delle bollette di luce e gas, l’aumento del costo delle materie prime e della spesa quotidiana sono un’emergenza pari a quella della pandemia da Covid secondo Matteo Salvini. Per questo, il leader della Lega ha chiesto al governo Draghi nuove misure a immediato sostegno di imprese e famiglie con un nuovo scostamento di bilancio pari a “30 miliardi minimo indispensabile”. Per il futuro, invece, apre al dialogo senza pregiudizi sul nucleare di nuovo generazione. Durante la conferenza stampa “Caro bollette ed energia: le proposte della Lega”, nella Sala Salvadori della Camera dei Deputati, Salvini ha dichiarato: “Il caro bollette luce e gas sarà l’emergenza del 2022 al di là della pandemia. Non tutti l’hanno ancora capito. Ho chiesto personalmente al presidente Draghi uno sforzo importante entro gennaio per sostenere famiglie e imprese, serve uno scostamento di bilancio di 30 miliardi in totale. Per la Lega è emergenza tale e quale a quella sanitaria. Se non aumentano gli stipendi e raddoppia il costo della bolletta rischiamo di avere scontri sociali che non ci servono”.
Dunque, un tavolo istituzionale tecnico e politico convocato al Ministero dello Sviluppo Economico nei prossimi giorni per affrontare il tema energia. Come intervenire? “A breve aumentando al massimo l’estrazione di gas in tutta Italia senza no ideologici – ha detto Salvini -. Il tavolo sarà fondamentale, quindi entro gennaio di quest’anno, preferibilmente prima delle elezioni del presidente della Repubblica, un intervento sostanziale e sostanzioso a sostegno soprattutto del mondo produttivo”. Poi ha rivelato la ricetta della Lega per il futuro: “Chi vuole tutelare l’ambiente, l’energia e contenere il costo delle bollette ha una via unica nel medio e lungo termine: nucleare pulito di ultima generazione che non produce scorie. Qualcuno avvisi Letta e i nostalgici che il mondo evolve. Il nucleare di ultima generazione non produce scorie e non stiamo parlando di mega impianti. Stiamo parlando di qualcosa di sicuro, pulito e avveniristico”.
(ITALPRESS).