Cooperazione internazionale, siglata l’intesa tra Ince e Alda

Obiettivo rafforzare il ruolo degli enti locali nei Balcani. Antonione: «autorità siano vicine ai cittadini e diventino protagoniste». 

0
281
cooperazione internazionale
La firma del protocollo di collaborazione tra Central European Initiative (Iniziativa centro europea-Ince) e European Association for Local Democracy (Associazione Europea per la Democrazia Locale), da parte del segretario generale dell'Ince Roberto Antonione (a sx) e del presidente dell'Alda, Oriano Otocan.

Rafforzare la costruzione di una dimensione locale dei processi di cooperazione internazionale affinché le «autorità locali diventino protagoniste»: mira anche a questo obiettivo il Protocollo d’intesa che siglato a Trieste tra l’Iniziativa Centro europea(Ince) e l’Associazione europea per la democrazia locale (Alda).

Obiettivo dell’accordo è la definizione del «il quadro generale dell’alleanza Ince-Alda in materia di sviluppo del ruolo delle autorità locali soprattutto di livello comunale che, dopo la creazione della “Dimensione Locale” dell’Ince lanciata a novembre, sono obiettivi di entrambe le organizzazioni».

«Cercare di fare in modo che le autorità locali che sono quelle più vicine alle necessità dei cittadini – ha spiegato il segretario generale dell’Iniziativa Centro europea, Roberto Antonione – diventino protagoniste anche in processi di cooperazione internazionale sta alla base di un successo della cooperazione stessa». L’Ince, ha concluso Antonione, è «un’organizzazione intergovernativa. Abbiamo ritenuto, ragionando sulla democrazia che deve evolversi, che gli enti locali devono assumere un ruolo maggiore. Con Alda costruiamo insieme una sinergia per aiutarci a rappresentare associazioni di enti locali in processi che vanno costruiti».

«Ince e Alda hanno un ruolo importante per lo sviluppo locale dell’area balcanica e la Regione Friuli Venezia Giulia li supporta da molti anni, quindi la definizione del partenariato tra queste due realtà è un elemento cruciale» ha affermato il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, spiegando che «l’Ince ha una missione: lavorare per l’integrazione europea e lo sviluppo sostenibile attraverso la cooperazione regionale», affermando poi che «Alda è uno portatore d’interessi chiave nel campo della democrazia locale, della cittadinanza attiva e della cooperazione tra le autorità locali e la societàà civile in Europa e nel suo vicinato agendo principalmente dal basso attraverso metodi partecipativi e cooperazione decentrata».

Per Fedriga le due realtà sono «fondamentali attori di cooperazione internazionale in particolare in tre ambiti: lo sviluppo e il supporto della democrazia nei Balcani Occidentali e nell’Europa centrale; la volontà di valorizzare il senso di appartenenza europea e i suoi valori; il rafforzamento della cooperazione in un’area geografica di forte interesse comune».

Venendo al conflitto russo ucraino, Antonione si è detto preoccupato e valuta conseguenze: «la presidenza di turno dell’Iniziativa Centro europea sta valutando la possibilità di chiedere la sospensione della Bielorussia dalla nostra organizzazione. Su questo si è aperto un dibattito interno. Come segretariato generale ci siamo espressi a sostegno di questa idea, pur tenendo presente che questo è un foro di dialogo e vanno sempre cercate le ragioni che possono mettere in collegamento i paesi e le persone, però anche segnalando che certe situazioni non possono essere giustificate in alcun modo».

Per far fronte all’emergenza in Ucraina, ha aggiunto Antonione, «ci siamo subito attivati cercando di fare una ricognizione delle risorse che abbiamo a disposizione per i progetti ordinari. Stiamo proponendo ai nostri paesi di utilizzarle esclusivamentequest’anno per il sostegno a tutto quello che può essere utile soprattutto nei confronti della popolazione civile ucraina. Abbiamo già formalizzato questa proposta e ci attendiamo che i nostri paesi ci diano il consenso per poterlo fare, ma immagino che questo succederà».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata