“Bianco & Nero”: semipresidenzialismo, nuova occasione mancata per il centro destra

Per le assenze di due componenti di Lega e Forza Italia la proposta di Fratelli d’Italia non passa al voto in commissione. Poteva essere il primo passo per una vera riforma costituzionale del Paese. 

0
432
elezioni politiche

Ha sorpreso, e molto, l’esito della votazione in Commissione affari costituzionali della Camera sulla proposta a prima firmadel leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, relativa all’introduzione anche in Italia del semipresidenzialismo alla francese. Sarebbe stato una sorta di “big bangpolitico, capace di imprimere una decisa svolta alla palude politica italiana, tale da chiamare finalmente alla propria responsabilità tutti i partiti, che oggi prosperano nello stige della solidarietà nazionale in una maggioranza ipervariegata, più volte sul punto di crollare ma sempre supportata dalla forza superiore di non perdere i benefici dell’indennità di carica e dei privilegi connessi per tanti, troppi eletti nullafacenti e privi di titoli professionali.

Ti piace “Bianco & Nero”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Un voto quello sul semipresidenzialismo che, ancora una volta, ha visto protagonista solitario il centro destra impegnato a farsi male: anche in questo ultimo autodafé sono stati due miseri voti mancanti di altrettanti esponenti del centro destra (uno della Lega Salvini Premier, l’altro di Forza Italia) che hanno impedito che la proposta di Fratelli d’Italia passasse, con ovvia soddisfazione del centro sinistra, presente al gran completo. Per soli due voti di assenti il centro destra ha fallito miseramente la possibilità di piantare un bel paletto nel progetto di riforma costituzionale del Paese, che solo la prossima legislatura potrà vedere la luce.

Il voto della commissione ha riaperto la bagarre nel centro destra, ormai diviso tra un’arrembante Fratelli d’Italia, all’opposizione, e stabilmente primo partito d’Italia, e i due sempre più bolsi Forza Italia e Lega Salvini premier, quasi che quest’ultimi avessero fatto intelligenza con il centro sinistra per affossare il progetto semipresidenzialista più per stoppare la corsa della Meloni che per fare un favore alla governabilità del Paese.

In questa puntata de “Bianco & Nero”, l’esperto di comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst quotidiano”, Stefano Elena, riflettono sulla portata del voto sul semipresidenzialismo, oltre che sulle conseguenze dei continui zig-zagdi un leader ormai cotto come Matteo Salvini, che continua nella sua strategia di una Lega di lotta e di governo, finendo con non capire più nemmeno lui gli obiettivi politici cui tendere e le priorità del Paese.

Buona visione.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Ti piace “Bianco & Nero”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/jSdy1kAgZVw?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata