L’Alto Adige punta sulla ferrovia

A Scuol (Cantone dei Grigioni) valutato con Svizzera e Austria il potenziamento della linea retica transfrontaliera alpina. Con i fondi del Pnrr acquistati 8 nuovi treni locali. 

0
1774
ferrovia
Un treno Alstom Coradia Stream.

Il presidente dell’Alto Adige, Arno Kompatscher, ha informato i sindaci della Val Venosta in merito ai risultati dell’incontro politico tenutosi a Scuol nel Cantone dei Grigioni ed incentrato sulla tematica dei collegamenti via ferrovia nel territorio denominatoTerra Raetica” a cavallo tra Alto Adige, Cantone dei Grigioni, Vorarlberg e Lombardia.

A Scuol l’attenzione si era concentrata sull’ulteriore sviluppo strategico dei collegamenti ferroviari del triangolo Raetico. Si è convenuto di effettuare indagini geologiche e idrogeologiche, con approfonditi studi di fattibilità, lungo i possibili percorsi della Terra Raetica.

Alla videoconferenza era presente anche Konrad Bergmeister il progettista che, nell’ambito della cooperazione transfrontaliera, è stato incaricato di predisporre e analizzare le diverse varianti di percorso attraverso parametri tecnici comparabili. In questo modo i rappresentanti comunali hanno avuto l’opportunità di discutere tutti i dettagli riguardanti le possibili varianti.

L’accordo raggiunto a Scuol prevede l’elaborazione di approfonditi studi di fattibilità, con indagini geologiche e idrogeologiche, finalizzati a determinare i possibili percorsi nelle aree di Scuol – Malles, Landeck – Scuol, Landeck – Malles, per la strada del Fernpass da Garmisch-Partenkirchen a Silz (Inntal) e per la tratta Tirano-Bormio con proseguimento per Malles.

Kompatscher ha sottolineato la convinzione espressa da tutte e quattro le regioni partecipanti «che considerano questa cooperazione transfrontaliera il fondamento per costruire e far progredire lo sviluppo sociale ed economico di questa regione alpina di confine». Per questo motivo, i prossimi passi decisi di comune accordo saranno portati avanti con coerenza, in modo che in futuro la ferrovia della Val Venosta possa proseguire anche oltre Malles.

Per il potenziamento del trasporto via ferrovia locale la provincia di Bolzano ha deciso di utilizzare i fondi del Pnrr per l’acquisto di otto nuovi treni locali. «Con questi fondi – ha spiegato l’assessore provinciale alla mobilità, Daniel Alfreider – siamo riusciti ad integrare il contratto con Alstom che andremo a firmare.

Originariamente, la provincia di Bolzano aveva deliberato l’acquisto di sette treni “Talent-3” dalla vecchia società Bombardier. A causai di ritardi in tutta Europa nella consegna di questi treni e per la fusione di Bombardier con il produttore ferroviario francese Alstom si sono modificate le modalità di acquisto. «Con Alstom abbiamo trovato una nuova soluzione per l’acquisto di treni e, con i fondi aggiuntivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza la Provincia può ora acquistare otto treni con maggiore capienza», ha detto Alfreider.

Verranno acquistate otto unità multiple a pianale ribassato del tipo “Coradia Stream” di Alstom, appositamente progettate per il trasporto locale. «Questi treni multi-sistema offrono allo stesso tempo diversi vantaggi: possono trasportare oltre il 25% di passeggeri in più seduti comodamente in ogni viaggio, un numero misurato in termini di numero di posti a sedere, un compartimento per biciclette allargato disponibile per la stagione estiva e l’installazione dell’attuale sistema di sicurezza europeo Etcs», ha aggiunto Alfreider.

Nel “Coradia Stream” il numero di posti a sedere è aumentato rispetto al “Talent 3”, allungando il veicolo a 128 metri. Il maggior numero di porte, dieci per lato, facilita la salita e la discesa. «Complessivamente la capacità del convoglio aumenta a 381 posti, quindi 82 in più, e allo stesso prezzo per posto». Il treno ha una potenza continuativa di circa 3.000 kilowatt alle ruote e può raggiungere una velocità massima di 160 chilometri all’ora.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata