Studio dell’università di Ferrara conferma l’azione antinfiammatoria delle mele

Analizzata in vitro l'interazione con le cellule umane. 

0
631
azione antinfiammatoria

In uno studio pubblicato dal Dipartimento di Medicina traslazionale e per la Romagna dell’Università di Ferrara, descrive il meccanismo d’azione – fino a ora sconosciuto – attraverso il quale le mele svolgono un’azione antinfiammatoria naturale.

«Abbiamo sempre pensato che le mele e la frutta in generale fossero alleate della salute perché ricche di sostanze benefiche che in modo passivo favoriscono il corretto funzionamento dell’organismo, come fibre e polifenoli. Invece ora si è scoperto che la loro “bontà” non si limita a questo: è stata una sorpresa notare che sono in grado di “dialogaredirettamente con le nostre cellule e riprogrammarle, favorendo lo spegnimento dei processi infiammatori e l’attivazione di quelli anti infiammatori», ha spiegato Barbara Zavan, professoressa del Dipartimento di Medicina traslazionale e per la Romagna di Unife e coordinatrice dello studio.

I ricercatori hanno preso in esame la varietà Golden Delicious prodotte in alta collina e ne hanno analizzato in vitro l’interazione con le cellule dell’organismo umano. «I risultati hanno dimostrato che gli esosomi estratti dalle mele vengono inglobati dalle cellule umane e, una volta internalizzati, le inducono ad attivare un profilo anti-infiammatorio» aggiunge Zavan.

Ad oggi non si sa quale sia la quantità minima di esosomi, e quindi di mele, necessaria per innescare le reazioni a catena sul sistema immunitario e se questo effetto avvenga anche su altre cellule. Proprio per trovare una risposta a queste e ad altre domande, la ricerca continuerà nel prossimo triennio, coinvolgendo anche altre varietà di mela, ad iniziare da quelle più ricche di polifenoli, rispetto alle Golden, come le Renette Canada.

In attesa della conferma scientifica sull’azione antinfiammatoria, vale la pena insistere con la tradizione: una mela al giorno (meglio se due: una a pranzo e una a cena) leva il medico di torno.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata