I Commercialisti tridentini fanno il bis a Roma con Mazza

0
186

Si è ufficialmente insediato a Roma il 1 giugno il nuovo Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, che vede tra i consiglieri Pasquale Mazza, già presidente nel precedente mandato dell’Ordine tridentino, ora guidato dalla commercialista Raffaella Ferrai.

Per la seconda volta negli ultimi 10 anni, i commercialisti trentini vantano una rappresentanza al Consiglio Nazionale, prima con Maurizio Postal nel mandato 2017-2021 ed ora con Mazza, che sarà consigliere nazionale fino al 2026, con delega ai compensi professionali ed alla deontologia professionale.

Tra i temi in agenda del neo insediato Consiglio Nazionale ci sono la valorizzazione del ruolo dei commercialisti nella programmazione e rendicontazione dell’utilizzo delle risorse del PNRR in chiave di sostenibilità, la riforma della giustizia tributaria, il riconoscimento dei professionisti quale presidio della legalità sui territori per la prevenzione e il contrasto del racket e delle infiltrazioni criminali nell’economia ed il completamento della riforma della crisi di impresa attraverso la composizione negoziata.

“Mai come in questo momento storico il tema della sostenibilità sta portando professionisti, banche, istituzioni finanziarie ed imprese verso un cambiamento epocale nell’approccio al business – ha osservato Raffaella Ferrai, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento e Rovereto – mai come in questo momento il nostro ruolo è fondamentale nel sistema economico per agevolare questo cambiamento, fungendo da catena di trasmissione tra le istituzioni, le imprese, i cittadini e il mondo finanziario. Il fatto di avere un rappresentante al Consiglio Nazionale ci consente un canale diretto per portare le istanze del territorio a Roma e tramite i rappresentanti della nostra categoria, ai decisori.”

“Un risultato che è frutto del lavoro di squadra, di un Consiglio dell’Ordine che si è impegnato per la categoria, in un periodo difficile per la professione e per le imprese – ha osservato Pasquale Mazza -. Un’eredità pesante, quella di Maurizio Postal, che ha fatto un lavoro eccellente, nelle sue aree di delega. Una grande sfida, una grande responsabilità, con l’obiettivo di far tornare protagonista la nostra categoria professionale, che è di fondamentale importanza per il buon funzionamento del sistema non solo fiscale, ma economico in generale. Un grande impegno già sui dossier più caldi dei prossimi mesi: PNRR, riforma della giustizia tributaria, riforma fiscale, avvio del codice della crisi. Senza dimenticare temi più istituzionali, quali l’equo compenso e la riforma dell’ordinamento professionale.”

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento e Rovereto conta 754 iscritti di cui 253 donne e 501 uomini, con un’età media di 49,7 anni. Le Società Tra Professionisti (STP) sono 40 e i tirocinanti sono 61.