Il voto anticipato nazionale ricompatta i governatori della Lega

«C’è confronto, ma il partito è unito». Salvini affibbia lo scioglimento anticipato al M5s. Zaia: «elezioni rito purificatrice della politica». 

0
948
maggiore autonomia
Attilio Fontana, Matteo Salvini e Luca Zaia

Il voto anticipato del 25 settembre prossimo sono salvifiche per il centro destra, che serra le fila e si ricompatta. Da parte sua, la Lega serra i ranghi dopo le recenti polemiche sulla linea del “Capitano” specie sull’argomento scottante della maggiore autonomia che ha visto questa legislatura passare invano e si preparaalla campagna elettorale coinvolgendo anche i presidenti di regione che, probabilmente, godono di maggiore capacità di trascinamento degli elettori dello stesso leader nazionale.

A dispetto delle notizie che si sono rincorse negli ultimi giorni, nel Carroccio non c’è stata la diaspora vissuta in Forza Italia dopo la caduta del governo Draghi e Salvini ha convocare subito un incontro in videoconferenza con i “suoi” governatori per fare il punto sulla situazione politica, colpa della «follia dei 5Stelle» per il leader della Lega, e delle «provocazioni del Pd che hanno fatto saltare il Draghi bis proposto dal centrodestra di governo», ma soprattutto per parlare con loro della campagna elettorale, coinvolgendoli in prima persona.

La data del voto anticipato impone anche una decisa accelerazione di tutte le procedure, specie in vista della formazione e deposito delle liste che dovrà avvenire a cavallo di Ferragosto. A questo proposito, il governatore del Veneto,Luca Zaia, ringrazia «il Presidente della Repubblica che ha fissato subito le elezioni».

«I governatori – hanno spiegato dalla Lega dopo la riunione – sono già al lavoro, anche per offrire spunti utili in vista dei dossier più interessanti per la campagna elettorale a cominciare dall’autonomia. Grande attenzione per economia, sburocratizzazione, infrastrutture, energia, sviluppo e tasse».

«Spero che da tutte le forze politiche, da destra a sinistra, non si faccia la solita propaganda spicciola – ha commentato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che è anche presidente della Conferenza delle Regioni -. Noi contribuiremo a dare suggerimenti per un programma che possa comprendere la questione dell’energia, della siccità, dello sviluppo economico e quindi una strategia industriale. Questi sono temi fondamentali che non accendono gli animi ma dobbiamo essere seri con i cittadini e raccontare quali sono le necessita’ per garantire posti lavoro e impresa». Fedriga ha anche riconosciuto l’onore delle armi al premier uscente Mario Draghi: «ha fatto un ottimo percorso in mezzo a molte difficoltà con una maggioranza estremamente eterogenea». E, spesso, riottosa.

Dai governatori leghisti nessuna recriminazione. «Ci siamo sempre confrontati, abbiamo cercato di dire ognuno la propria, ma siamo una forza politica che va avanti unita» ha aggiunto Fedriga. A smentire le voci di spaccature anche Luca Zaia, «non è così», definendo «sanificatorie» le prossime elezioni «perché daranno in mano il Paese ad una forza che spero sia assolutamente rappresentativa e possa portare stabilità».

Secondo il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, «è già stato detto che sul Pnrr si può andare tranquillamente avanti» e «anche Draghi ha detto che continuerà nella sua attività mi sembra quindi che non ci sia nessun problema», tornando a smentire le ipotesi di dimissioni anticipate per unificare regionali e politiche.

Alla Lega l’onere di presentare al voto anticipato candidati all’altezza della situazione, che siano espressione del mondo delle professioni e dell’impresa, capaci di affrontare i temi del governo e di dare quella svolta all’economia del Paesedopo una legislatura vissuta pericolosamente, con il debito pubblico cresciuto all’inverosimile, l’inflazione alle stelle e sull’orlo di una nuova recessione. Perché «uno non vale uno» e di semplici parlamentari schiacciabottoni” il Paese non ne ha bisogno.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata