Centro destra occhio ai facili entusiasmi

I sondaggi, moderni aruspici, annunciano una vittoria di Meloni & C. Ma la vittoria potrebbe essere mutilata, con la possibilità di rieditare un governo di salute pubblica composto da Pd e Fdi e i cespugli centristi. 

0
487
centro destra

Centro destra, occhio ai facili entusiasmi: dovrebbe valere un vecchio detto, “non dire gatto finché non è nel sacco” e tenere i piedi ben saldi a terra, perché le sorprese da qui al 26 settembre prossimo potrebbero esserci, eccome.

Sorprese che potrebbero spaziare dalle “maninegiudiziarie, che anche in casa del centro destra non si escludono affatto, a qualche scivolone nell’eccesso di promesse mirabolanti ed irrealizzabili, fino all’astensionismo galoppante causa il voltastomaco causato da molti, troppi boss della politica in servizio da troppo tempo che prima degli interessi collettivi pensano a quelli della propria famiglia, sistemando in seggi sicuri mogli, mariti e amanti vari.

Ti piace “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

I sondaggi, moderni aruspici che hanno sostituito l’esame delle interiora degli animali sacrificali, da settimane sono bloccati sulla probabile vittoria del centro destra. Una vittoria che, però, potrebbe essere mutilata del successo netto, quel superamento abbondante della soglia del 50% dei seggi che a sinistra vedono come una peste peggiore pure del Covid, tanto da costringere i protagonisti della politica a rimescolare le carte.

E’ sotto gli occhi di tutti come il triciclo del centro destra abbia un paio di ruote sgonfie che frenano l’affermazione complessiva della coalizione. Lega Salvini premier e Forza Italia scontano negativamente l’andamento calante dei rispettivi leader, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, che paiono essere rimasti alle campagne elettorali di qualche lustro fa, con una tendenza al costante calo dei due rispettivi partiti.

Di segno contrario l’andamento di Fratelli d’Italia, da mesi saldamente in testa alla classifica di primo partito d’Italia impegnato in un testa a testa con il Pd di Enrico Letta. Proprio la debolezza di due delle tre ruote del triciclo meloniano potrebbe aprire ad uno scenario inedito, quello di un governo istituzionale basato su Fratelli d’Italia e Pd con l’innesto di qualche cespuglio centrista in orbita di Forza Italia se non della stessa forza berlusconiana.

Complice l’avallo del Quirinale e di un Sergio Mattarella che vede male l’affermazione rotonda del centro destra, la nascita dell’ennesimo governo di salute pubblica potrebbe non essere un male nemmeno per la stessa Meloni, candidata in pectore per la guida del governo, che erediterebbe una situazione politica ed economica molto delicata, tanto da pregiudicarne la futura carriera politica.

Ecco, un altro paio di anni di decantazione istituzionale, con un Mario Draghi che succede senza soluzione di continuità a sé stesso potrebbe essere una soluzione che fa comodo a tutti: a sinistra, con un Letta che si ritroverebbe con una compagine parlamentare a sua immagine, ripulita di quei personaggi che lo hanno ostacolato, e a destra, con una Meloni che potrebbe rafforzare il suo ruolo di guida del centro destra, magari inglobando qualche cespuglio centrista o pezzi di Forza Italia.

Incomodi di tutta questa situazione, oltre ai partiti antisistema, come Italexit o Italia sovrana e popolare che stanno registrando un deciso successo nella sottoscrizione delle firme per la presentazione delle liste (se il buongiorno si vede dal mattino…), Azione di Carlo Calenda e Italia Viva di Matteo Renzi che con l’innesto di qualche civica potrebbero dare origine al polo centrista di stampo liberale che manca all’Italia e che potrebbe anche fungere da ago della bilancia in caso di una vittoria mutilata del centro destra meloniano. Magari, pure di ribaltare l’esito delle urne.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/c5k3YTJObyQ?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata