50 anni di Autonomia speciale del Trentino Adige

Celebrazioni a Trento e Bolzano. Inaugurata la mostra storica sull’evoluzione dell’autogoverno regionale. 

0
575
50 anni di autonomia speciale

A Trento e a Bolzano si sono celebrati i 50 anni di Autonomia speciale e del Secondo Statuto, aprendo la Giornata dell’Autonomia con l’inaugurazione della mostra che illustra l’evoluzione nel tempo dell’autogovernodel territorio.

L’inaugurazione della mostra permanente dal titolo “La Provincia si racconta”, allestita all’interno del palazzo di Piazza Dante sede dell’autogoverno trentino celebra l’Autonomia, perno centrale dello sviluppo del Trentino negli ultimi decenni, anche se negli ultimi anni questo si è progressivamente appannato per via di amministratori non all’altezza del ruolo ricoperto.

Curata dalla Fondazione Museo Storico del Trentino, l’esposizione si propone di “raccontare” la storia, il presente e il futuro dell’istituzione Trentino. Il percorso, suddiviso in diverse postazioni e installazioni, interessa il piano rialzato della sede provinciale, partendo dall’ingresso principale e arrivando all’atrio Winkler.

La Provincia si racconta”, progetto aperto e in continuo aggiornamento, propone con le sue installazioni una pluralità di contenuti e linguaggi fornendo al visitatore l’opportunità di percorrere 50 anni di Autonomia speciale attraverso lo sviluppo delle competenze acquisite con il Secondo Statuto del 1972.

Il percorso propone una ricostruzione cronologica dei vari passaggi che hanno caratterizzato questo mezzo secolo di storia, oltre a una serie di grafici utili a comprendere la crescita del sistema provinciale. Elemento centrale del “racconto” sono le testimonianze delle donne e degli uomini che lavorano e hanno lavorato in Provincia, o nei vari enti e settori che ne compongono il sistema. Costituendo un mosaico di storie personali che intrecciano la storia più generale dell’istituzione, è dunque possibile cogliere il senso d’appartenenza, lo spirito di servizio e le trasformazioni che l’hanno interessata.

Le celebrazioni poi si sono spostate a Merano, dove sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni che si sono succeduti nella gestione dell’Autonomia, oltre ai rappresentanti dei governi di Roma e di Vienna.

«L’Alto Adige Sudtirolo non è solo un ponte con l’Austria, ma uno snodo per l’intera Europa. Per questo l’Italia è impegnata con ingenti investimenti per rafforzare le infrastrutture, a partire dal completamento del tunnel del Brennero» ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, intervenendo a Merano alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario per il Secondo Statuto di Autonomia e portando anche il saluto del presidente del Consiglio, Mario Draghi, e del collega alle Infrastrutture, Enrico Giovannini, presente in platea.

Franco ha sottolineato come nelle esperienze dell’Autonomia e dell’Euregio si siano rinsaldate pure eccellenti relazioni tra Italia e Austria. Ma non solo. «Il Secondo Statuto – sottolinea Franco – è tappa fondamentale per un territorio a cui ha portato benessere e prosperità, garantendo pluralismo e tolleranza, Ma è anche punto di riferimento per l’intera comunità internazionale. Gli eventi in Ucraina ci ricordano l’importanza di assetti che garantiscano le minoranze e la loro tutela: quando non accade ci sono effetti drammatici».

«In tempi di guerra sul nostro continente un’Europa forte e unita è particolarmente importante – ha detto il ministro austriaco all’Europa, Karoline Edtstadler -. Dallo scorso 24 febbraio è evidente che la pace non è scontata, ma l’Alto Adige può essere un modello di soluzione. Violenza non può mai essere la risposta, ma venirsi incontro e cercando il dialogo».

Edtstadler ha ricordato l’impegno di Vienna per la riuscita dell’autonomia altoatesina, ribadendo che «anche in futuro assicurerà la sua funzione di tutela» nei confronti della popolazione di lingua tedesca.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata