CGN Fintech autorizzata da Banca d’Italia a costituire un nuovo istituto di pagamento

0
146

ALMA STA ha assistito CGN Fintech S.r.l. nella procedura autorizzativa dinnanzi alla Banca d’Italia per l’autorizzazione alla prestazione dei servizi di disposizione di ordini di pagamento ed informazione sui conti introdotti dalla Direttiva PSD2.

CGN Fintech fa parte del Gruppo CGN, cui appartiene CAF CGN, il primo Caf dei Professionisti in Italia con oltre 25.000 Studi professionali associati.

Con l’autorizzazione alla prestazione dei servizi di pagamento sopra indicati, CGN Fintech si propone di operare quale Third Party Provider nell’ambito di un innovativo ecosistema a quattro parti, che vedrà coinvolti (i) il cliente finale, professionista o azienda, (ii) la software house (o “tenant”), che fornirà soluzioni tecnologiche al cliente finale all’interno delle quali saranno integrate le funzionalità PSD2, (iii) la stessa CGN Fintech, quale TPP e (iv) l’istituto di radicamento del conto.

Tale schema consentirà di integrare l’attuale catena del valore, ottimizzando i servizi offerti alla clientela e sfruttando le sinergie derivanti dalle molteplici realtà operanti nel Gruppo CGN, in primis la società RDV Network S.r.l., che arricchirà il proprio servizio di fatturazione elettronica con le funzionalità di inizializzazione dei pagamenti e lettura dei movimenti bancari.

CGN Fintech è stata assistita, nel suo percorso autorizzativo, dal founding partner Marco Zechini, dall’Avv. Luca Benvenuto, partner del dipartimento regulatory e dall’associate Sergio Visalli.

Scopri tutti gli incarichi: Luca Benvenuto – Alma STA; Sergio Visalli – Alma STA; Marco Zechini – Alma STA;