Il Covid torna a correre al Nord Italia

Nuovo balzo Rt e incidenza, reparti sempre più pieni e 6 Regioni a rischio, tra cui Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia. 

0
564
Covid torna a correre

Il Covid in Italia torna a correre: negli ultimi sette giorni si registra un nuovo balzo dell’indice di trasmissione Rt, salito a 1,18 dal valore di 1 della scorsa settimana, e anche l’incidenza segna un netto aumento toccando i 441 casi per 100.000 abitanti. Indici in veloce risalita che stanno iniziando a determinare una rinnovata pressione sui reparti ospedalieri, dove aumentano i pazienti Covid, anche se le terapie intensive a livello nazionale si mantengono ben al di sotto della soglia di occupazioneconsiderata di allerta e fissata al 10%.

Il monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità e ministero della Salute conferma dunque un andamento in ripresa dell’epidemia, con numeri che preoccupano gli esperti. A partire dall’incidenza, che questa settimana supera i 600 casi per 100.000 abitanti in 7 regioni rispetto alle due di 7 giorni fa: si tratta di Abruzzo (603,8), Friuli Venezia Giulia (710), Alto Adige (863,8), Trentino(825,2), Piemonte (654,7), Umbria (680,6) e Veneto (728,9).

Gli effetti di tale aumento sono evidenti negli ospedali, dove il tasso di occupazione in terapiaintensiva sale all’1,8% rispetto all’1,4% del 29 settembre, mentre quello nei reparti di area medica a livello nazionale sale all’8,2% rispetto al 6,0% della settimana prima.

In 4 regioni l’occupazione dei reparti supera la soglia di allerta fissata al 15% (Alto Adige 24,6%, Umbria 21,6%, Friuli Venezia Giulia 16,9% e Valle d’Aosta 16,4%). In questo quadro, salgono a sei le regioni – rispetto alle 5 della scorsa settimana – classificate a rischio alto per la presenza di molteplici allerte di resilienza: Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia e Veneto. Una regione, la Toscana, è definitanon valutabile”, status equiparabile al rischio alto. Le restanti 14 sono a rischio moderato.

Anche i dati giornalieri del ministero della Salute indicano come il Covid torna a correre: sono 44.672 i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 44.853). Le vittime sono 62 (ieri 56) ed il tasso di positività è del 21,7%, in aumento rispetto al 20,1% del giorno precedente. Negli ospedali, invece, sono 198 i ricoverati in terapia intensiva (ieri erano 180), ovvero 18 in più, ed i ricoverati nei reparti ordinarisono 5.379 (ieri erano 5.188), 191 in più.

Con l’aumento dei contagi si segnala inoltre una nuova ripresa nell’uso delle terapie con anticorpimonoclonali. Secondo gli ultimi dati dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sono stati 79.666 i trattamenti con monoclonali avviati da marzo 2021 al 5 ottobre e le prescrizioni per l’utilizzo come terapia vedono un raddoppio nell’ultima settimana.

Sul fronte dei vaccini, un aggiornamento delle indicazioni sui vaccini in gravidanza e in allattamento redatto dall’Iss sottolinea che le vaccinazioni contro il Covid primarie e di richiamo con vaccini a mRNA (terza e quarta dose) sono raccomandate a tutte le donne in gravidanza e che allattano, oltre ai soggetti deboli e anziani.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata