Educare un figlio in Italia può costare fino a 700.000 euro

Secondo una ricerca di Moneyfarm il costo parte da una base di 53.000 euro per un intero ciclo di studi, dalla materna alla laurea e varia sulla base dell’indirizzo e qualità dell’istruzione scelta. 

0
915
Educare un figlio

Educare un figlio richiede un notevole impegno economico, soprattutto se gli si vogliono forniretutte le nuove competenze necessarie che andranno a facilitare il suo ingresso in un mercato del lavoro in continua evoluzione e sempre più competitivo. Secondo la ricerca condotta da Moneyfarm educare un figlio in Italia, dal nido fino all’università, comporta una spesa stimata variabile tra un minimo di 53.000 euro ad un massimo di 700.000 euro, a seconda dell’indirizzo e della qualità del percorso scolastico scelto.

Lo studio ha compreso tutte le variabili cui un figlio è sottoposto durante la crescita, dalla scuola in senso stretto, alle attività collaterali, ad iniziare dallo sport e attività extracurriculari e dalla dotazionetecnologica.

Le differenze emerse sono decisamente elevate e evidenziano ancora una volta come la maggiorecapacità economica delle famiglie si riverberi anche sulla qualità del ciclo degli studi dei figli, con la possibilità di frequentare corsi di migliore qualità, spesso a pagamento, con il proseguimento degli studi con esperienze all’estero e con la frequenza di specializzazioni post laurea.

Tra minimo e massimo evidenziato dalla ricerca c’è un differenziale notevole ed evidenzia come come il fattore sociale sia ancora una volta fondamentale per il successo personale, con il ruolo della scuola pubblica ridotto ad essere una sorta di minimo sindacale, spesso tendente al ribasso.

Per ridurre una tale differenza che pesa sulle famiglie meno ricche – che aumentano con decisione a seguito della crisi economica – il nuovo governo che punta anche al merito dovrebbe legarel’erogazione dei finanziamenti ai cicli scolastici assegnando alle famiglie un buono scuola da spendere nelle istituzioni che preferiscono per qualità e percorso formativo, tale da metterefinalmente in concorrenza il sistema scolastico pubblico per rilanciarlo e metterlo nelle condizioni di competere sul mercato ad armi pari con le scuole private.

A prescindere dal percorso scelto, educare un figlio dal nido all’università costa in media intorno ai 130.000 euro, circa 6-7.000 euro all’anno. Volendo analizzare per fasce di età e pur mettendo da parte le attività extracurricolari, i costi della mera educazione scolastica possono oscillare considerevolmente. Lo studio Moneyfarm individua un minimo e un massimo di spesa per l’intero ciclo scolastico (sempre tenendo conto delle inevitabili differenze dei percorsi):

Nido 0 – 3 anni > Min 150 euro – Max 40.000 euro

Scuola materna 3 – 6 anni > Min 150 euro – Max 45.000 euro

Elementari 6 – 11 anni > Min 900 euro – Max 90.000 euro

Medie 11 – 14 anni > Min 1.200 euro – Max 60.000 euro

Superiori 14 – 19 anni > Min 2.300 euro – Max 115.000 euro

Università (non fuori sede) 19 – 24 anni > Min 16.000 euro – Max 60.000 euro.

La fascia d’età in cui il costo di educare un figlio raggiunge il suo picco massimo è quella tra i 14-19 anni, quando i figli frequentano la scuola superiore, considerando però un percorso interamente privato in istituti internazionali che in genere hanno costi superiori a quelli di molti atenei.

I costi poi lievitano con decisione se il figlio frequenta un’università fuori sede, variando dai 60.000 ai 571.000 euro, calcolando oltre ai libri di testo, vitto, alloggio e dotazione economica, calcolati su 10 mesi per un ciclo di 5 anni, escludendo le pause estive.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata