Elettrogeni: HIG Capital entra in Onis Visa

0
161

King & Wood Mallesons, Morpurgo e associati, lo studio Landi, lo studio Perani Pozzi Associati, Bain & Company, PwC, e Orrick hanno affiancato il fondo HIG nell’operazione. Onis Visa è stata assistita dallo studio legale Grimaldi. Simmons & Simmons ha rappresentato le banche finanziatrici. Advant Nctm ha assistito Equita.

HIG Capital ha acquistato una partecipazione di controllo in Onis Visa, operatore nella progettazione, assemblaggio e vendita di gruppi elettrogeni. L’investimento avverrà in partnership con la famiglia Barro, che ha fondato l’azienda oltre 60 anni fa e che re-investirà al financo di HIG mantenendo gli attuali ruoli apicali in azienda.

All’operazione hanno partecipato, con il ruolo di Mla, Crédit Agricole, Deutsche Bank, MPS e BPER, mentre Equita Private Debt Fund II ha sottoscritto un prestito obbligazionario subordinato.

Il fondo HIG è stato assistito, per il coordinamento della due diligence legale, nonché per la redazione e negoziazione dei documenti relativi all’investimento e coinvestimento, dallo studio legale King & Wood Mallesons, con un team composto dal partner Davide Proverbio dalla senior associate Giulia Zoccarato e dalle trainee Irene Munaretto e Laura Mendez; quanto alle due diligence specialistiche, quella di diritto del lavoro è stata svolta dallo studio Morpurgo e associati, quella amministrativa dallo studio Landi e quella IP dallo studio Perani Pozzi Associati.

La business and operational due diligence è stata svolta da Bain & Company, mentre quella financial da PwC. La due diligence fiscale è stata seguita da PwC TLS con un team guidato dal partner Marco Vozzi e da Serena Scalabrini, Edoardo Brami e Arianna Merlo mentre gli aspetti payroll dell’operazione sono stati seguiti dal partner Marzio Scaglioni, da Leila Rguibi e Antonio Giardina. Spada Partners si è occupato della strutturazione dell’operazione con un team guidato dal partner Guido Sazbon assistito da Paolo Cricchio.

Orrick ha prestato assistenza in merito al finanziamento con un team guidato dalla partner Marina Balzano e composto dal senior associate Giulio Asquini, dagli associate Leopoldo Esposito e Maria Costa e dalla trainee Valentina Bombino.

Onis Visa è stata assistita, per tutti gli aspetti legali, da Grimaldi studio legale, con un team composto dal partner Massimo Zappalà, dall’associate Alessandro Saran e dalle trainee Greta Gobbo e Marta Meggiato; per quelli di natura fiscale da Crowe Valente, con il partner Giovanni Rubin. Edge Corporate Finance ha agito quale financial advisor, mentre debt advisor dell’operazione è stata Fineurop Soditic.

Simmons & Simmons ha assistito le banche con un team guidato dal partner Davide D’Affronto e composto dal managing associate Fabrizio Nebuloni e dal trainee Luigi Terenzio Trigona.

Scopri tutti gli incarichi: Greta Gobbo – Grimaldi; Marta Meggiato – Grimaldi; Alessandro Saran – Grimaldi; Massimo Zappalà – Grimaldi; Laura Mendez – King & Wood Mallesons; Irene Munaretto – King & Wood Mallesons; Davide Proverbio – King & Wood Mallesons; Giulia Zoccarato – King & Wood Mallesons; Giulio Asquini – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Marina Balzano – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Valentina Bombino – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Maria Costa – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Leopoldo Esposito – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Edoardo Brami – PwC TLS; Arianna Merlo – PwC TLS; Serena Scalabrini – PwC TLS; Marco Vozzi – PwC TLS; Davide D’Affronto – Simmons & Simmons; Fabrizio Nebuloni – Simmons & Simmons; Luigi Terenzio Trigona – Simmons & Simmons; Paolo Cricchio – Spada Partners; Guido Sazbon – Spada Partners;