A Verona in Gran Guardia la giornata dei commercialisti: “Presenti al futuro”

0
222

Lunedì 28 novembre attesi 500 commercialisti in Gran Guardia con 3 tavole rotonde aperte alla cittadinanza e dedicate rispettivamente alla digitalizzazione e alle nuove competenze per l’evoluzione della professione, alla crisi di impresa con un focus sulla liquidazione giudiziale (l’ex fallimento) e alla riforma della giustizia tributaria e del processo tributario.

Si terrà lunedì 28 novembre dalle 09.30 alle 18.00, al Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra a Verona, la giornata dei commercialisti veronesi intitolata “Presenti al futuro, le competenze per tracciare nuovi percorsi”.

All’appuntamento, organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona con il patrocinio del Comune e della Provincia di Verona nonchè del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti Esperti Contabili, e dedicato all’insigne commercialista veronese Giorgio Maria Cambiè, sono attesi 500 commercialisti.

Alle 09.30 inizieranno i lavori della parte privata con l’assemblea di approvazione del bilancio preventivo 2023 dell’Ordine a cui seguirà la consegna dei riconoscimenti ai commercialisti veronesi che hanno maturato i 30, 40 e 50 anni di iscrizione all’albo.

Alle 11.15, dopo i saluti istituzionali delle autorità e della presidente dei commercialisti Eleudomia Terragni, al via i lavori della parte pubblica con la prima tavola rotonda “Nuove competenze per l’evoluzione della professione affrontare la complessità con le softskills e la digitalizzazione” in cui, moderati dalla consigliera Anna Fedrizzi presidente commissione formazione ODCEC Verona, interverranno: Fabrizio Escheri consigliere nazionale Consiglio Nazionale Commercialisti con delega all’innovazione ed alla digitalizzazione degli studi, di Francesco Masini responsabile comunicazione VECOMP, e Gianluca Adami esperto in comunicazione e brand identity.

Dopo la pausa pranzo i lavori proseguiranno con le due tavole rotonde del pomeriggio. La prima alle ore 14.30 intitolata “La liquidazione giudiziale nel nuovo codice della crisi”, moderata dal vice presidente dell’Ordine Alberto Castagnetti presidente della commissione procedure concorsuali dell’Ordine, con gli interventi su: “Le principali novità della liquidazione giudiziale” a cura del magistrato Monica Attanasio presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Verona; “Il punto di vista del consiglio nazionale sul nuovo codice della crisi” di Cristina Marrone consigliere nazionale CNDCEC con delega alla gestione della crisi d’impresa e procedure concorsuali; “La vendita degli asset nella liquidazione giudiziale alla luce del nuovo codice della crisi” con l’intervento di Riccardo Fava ricercatore in diritto dell’economia del Consiglio Nazionale delle Ricerche; infine “Aspetti pratici sulla liquidazione degli asset alla luce delle nuove norme a cura di Stefania Marro dottore commercialista in Cuneo.

Alle 16.30 l’ultima tavola rotonda intitolata “La riforma della giustizia tributaria e del processo tributario”, moderata dal consigliere dell’Ordine Stefano Filippi presidente commissione accertamento e contenzioso tributario, con gli interventi del giudice Fernando Platania presidente della Corte di Giustizia Tributaria di I grado di Verona, del professor avvocato Maurizio Sebastiano Messina ordinario diritto tributario Università di Verona e dell’avvocato tributarista Carlo Nocera pubblicista e docente di Eutekne, che si confronteranno sulle principali modifiche processuali con focus su funzionamento del processo tributario telematico, istituti deflattivi (conciliazione e mediazione), onere della prova e nuova prova testimoniale scritta.

L’evento è realizzato con il sostegno di Acros, Abilio, Endes, Eutekne, Fondo Professioni, Namirial, PantaRei, Vecomp, Vodafone Business.

La stampa e la cittadinanza sono invitati alla parte pubblica dalle 11.15.