Le camere di commercio e dell’economia sull’asse del Brennero riunite a Bolzano

Gli enti economici da Monaco a Trento hanno fatto il punto sulla situazione economica nelle proprie aree geografiche, con focus su energia, corridoio del Brennero e A22. 

0
307
camere di commercio
I vertici delle Camere di commercio dell'Asse del Brennero: da sx Christoph Walser, presidente Camera economia Tirolo, Georg Dettendorfer, vicepresidente Camera industria commercio di Monaco e dell'Alta Baviera, Giovanni Bort, presidente della Camera di commercio del Trentino, Michl Ebner, presidente della Camera di commercio dell'Alto Adige.

I vertici della Camera dell’industria e del commercio di Monaco e dell’Alta Baviera, della Camera dell’economia del Tirolo e delle Camere di commercio di Bolzano e Trento si sono riuniti a Bolzano per fare il punto sulla situazione economica nelle rispettive aree geografiche affrontando anche temi attuali della viabilità riguardanti il corridoio del Brennero.

Le Camere dell’economia e del commercio situate lungo l’asse del Brennero si incontrano regolarmente per discutere di questioni di politica economica transfrontaliera con l’obiettivo di promuovere tematiche importanti per il futuro e rafforzare la cooperazione tra i vari Paesi.

Le quattro aree geografiche in questione sono chiamate ad affrontare sfide considerevoli. Il conflitto russo-ucraino ha acuito le tensioni sui mercati dell’energia e delle materie prime, causando un significativo aumento dell’inflazione, trainato dagli elevati prezzi dell’energia. I partecipanti e le partecipanti hanno fatto un quadro della situazione nelle rispettive aree geografiche confrontandosi circa le misure adottate a medio e lungo termine. Un’attenzione particolare è stata riservata al tema del potenziamento della produzione energetica.

Durante l’incontro il corridoio del Brennero, sia su rotaia che su strada, è stato protagonista di discussione. Inizialmente si è parlato del risanamento del ponte Lueg in Tirolo o della sua costruzione ex novo che penalizzerà non poco lo scorrimento del traffico in autostrada. In prospettiva dei lavori di riqualifica – che inizieranno nel 2025 e potrebbero protrarsi per due anni – il ponte sarà percorribile a corsia unica per direzione di marcia.

Altri punti all’ordine del giorno sono stati la concessione dell’Autostrada del Brennero – A22, gli scali intermodali, la carenza di parcheggi disponibili lungo le autostrade A93 e A8 in Germania e la digitalizzazione dei sistemi di gestione del traffico.

«Oggi più che mai è indispensabile garantire una buona collaborazione tra le regioni, tra le Camere dell’industria, dell’economia e del commercio ma anche tra singole imprese. Lo scambio costante di idee ci aiuta a elaborare misure adeguate per le imprese. Inoltre, un approccio coordinato, ad esempio nelle questioni relative ai trasporti, è fondamentale per l’economia delle nostre regioni», hanno affermato congiuntamente i presidenti della Camere di commercio e dell’economia sull’asse del Brennero, Christoph Walser (Tirolo), Georg Dettendorfer (Monaco e dell’Alta Baviera), Giovanni Bort (Trentino) e Michl Ebner (Alto Adige).

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata