Il mercato delle moto in Italia chiude 2022 in positivo

Magri (presidente Ancma): «l’industria va tutelata contro i rincari».

0
662
mercato delle moto

Il mercato delle moto in Italia si chiude il 2022 all’insegna della crescita delle immatricolazioni complessive 0,95% di ciclomotori, scooter e moto e dello del 4,55% nel mese di dicembre, con l’immissione su strada di oltre 2.700 veicoli in più rispetto al 2021.

Secondo il presidente di Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), Paolo Magri, «è importante sottolineare che senza alcuni problemi di approvvigionamento, che hanno rallentato l’offerta nei mesi più importanti, soprattutto nel segmento degli scooter, ci troveremmo di fronte a numeri ancora più incoraggianti. Questo conferma che la domanda è comunque molto significativa e quanto il ruolo delle due ruote nella mobilità sia ormai centrale».

Nel 2023, per Magri c’è la necessità di «tutelare l’industria di riferimento con la sua filiera, in momento così interessante per il mercato, continuando a fornire in modo sussidiario gli strumenti più efficaci per fronteggiare il caro energia e quello delle materie prime, che oggi rappresentano unproblema centrale per le imprese, soprattutto in relazione alla dimensione prevalente delle nostreaziende». Anche perché nel settore delle “due ruote”, a differenza di quella a “4 ruote”, l’Italia in Europa e nel mondo ha ancora una posizione di rilievo.

Nonostante i sette mesi a valore negativo, il mercato delle moto in Italia chiude l’anno in parità con il 2021: +0,95% e 291.661 veicoli venduti. Gli scooter, che tra febbraio e settembre avevano perso più di 13.000 unità, riescono solo in parte a recuperare terreno, fermandosi a 143.845 veicoli, corrispondenti a un calo del 4,84%. Buono il risultato delle moto, che chiudono con 126.571 unità e un incremento del 6,35%. È a doppia cifra la chiusura dei ciclomotori che, con 21.245 veicoli, segnano una crescita del 13,3%.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata