Inammissibile il ricorso della U.S.D. Montecchio Precalcino.

0
37

Nel procedimento la U.S.D. Montecchio Precalcino è assistita dall’avvocato Leonardo Rebecchi del foro di Vicenza.

La Corte Federale d’Appello si pronuncia in merito al reclamo numero 0069/CFA/2022-2023, proposto dalla U.S.D. Montecchio Precalcino, per la revisione o revocazione della decisione del Giudice Sportivo di cui al Com. Uff. n. 23 del 16 novembre 2022.

I fatti sono occorsi a seguito dell’incontro di calcio tra la Real Rampazzo e la Montecchio Precalcino del 13 novembre 2022. Nel merito, come da referto arbitrale, al termine della partita, mentre l’arbitro stava lasciando il terreno di gioco per recarsi nello spogliatoio, si aggrappava alla rete della recinzione un uomo, in divisa associativa della Montecchio, il quale, con fare aggressivo ed irruento, si lanciava in una serie di inqualificabili improperi, insulti e minacce di morte nei confronti dell’arbitro stesso. Condotta analoga era stata tenuta dai sostenitori della squadra per tutta la durata dell’incontro.

Il direttore di gara individuava il tifoso, la cui condotta appena descritta, nella persona del Sig. Giulio Costa, presidente della U.S.D. Montecchio, senza trovare tuttavia conferma mediante riconoscimento diretto.

Con ricorso ex art. 63 C.G.S. alla Corte federale d’appello, la U.S.D. Montecchio Precalcino e il sig. Giulio Costa richiamavano la normativa di tale articolo, di cui sia al relativo comma 4, lett. a), sia al comma 1, lett. b), che prevedono, rispettivamente, la revisione innanzi alla Corte federale di appello, nel caso in cui “sopravvengano o si scoprano nuove prove che, sole o unite a quelle già valutate, dimostrino che il sanzionato doveva essere prosciolto”, ovvero la revocazione entro trenta giorni dalla scoperta del fatto o dal rinvenimento dei documenti, “se si è giudicato in base a prove riconosciute false dopo la decisione”.

La Corte Federale, nell’esaminare la questione, ritiene inammissibile il ricorso.

Scopri tutti gli incarichi: Rebecchi Leonardo – Rebecchi Leonardo;