Alluvione in Emilia Romagna: 210 milioni per i beni mobili distrutti dal fango

Indennizzi fino a 6.000 euro per abitazione per 35.000 cittadini.

0
1476
Alluvione in Emilia Romagna Ricostruzione post alluvione alluvione in romagna Alalluvione in Emilia Romagna

Dopo lunga attesa, il governo Meloni ha approvato il decreto che assegna 210 milioni di indennizzi ai cittadini dell’Emilia Romagna e di alcune aree di Toscana e delle Marche colpite dall’alluvione del maggio 2023 a valere sulla contabilità speciale del commissario Figliuolo, al quale il decreto trasferisce 560 milioni di risparmi sui crediti d’imposta per le imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas, come aveva stabilito il Dl “Proroghe” 132/2023.

Per i beni mobili, dagli arredi agli elettrodomestici, i contributi saranno erogati forfetariamente, in rapporto al numero e alla tipologia dei vani dove erano collocati, nel limite di 3.200 euro se il locale è la cucina e di ulteriori 700 euro per ognuno degli altri locali, fino a un importo massimo di 6.000 euro per abitazione. Il provvedimento interessa circa 35.000 richiedenti.

Per assicurare la ricostruzione delle abitazioni danneggiate dall’alluvione in Emilia Romagna e, soprattutto, per liberare le aree a più alto rischio idrogeologico, il decreto autorizza l’erogazione di contributi per la ricostruzione privata previsti dal decreto legge 61/2023 fino al 100% delle spese relative all’acquisto di abitazioni, terreni edificabili e oneri di costruzione.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

X

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata