Diversità di genere negli studi professionali e nelle aziende: a che punto siamo?

0
417

Treviso. La realizzazione della parità di genere nelle organizzazioni, dai Cda ai reparti di produzione, è solo il risultato di un adempimento normativo o di un corretto approccio multiculturale? Parità di genere significa equa distribuzione dei ruoli e del potere tra uomini e donne oppure esiste dell’altro? Come si valorizza e si gestisce la diversità di genere dentro alle aziende e agli studi professionali?

 

Su questi interrogativi si confronteranno i relatori del seminario “Viewpoints on equal opportunity rules. O l’asimmetria di genere è un inconveniente di casa nostra?” organizzato dall’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie e dedicato ai temi del diversity management nelle organizzazioni complesse, della presenza GLBT negli studi professionali e della valorizzazione della board diversity.

L’appuntamento è in programma martedì 31 marzo 2015 dalle 14.30 alle 18.30 presso l’Hotel Villa Condulmer a Mogliano Veneto (Via Preganziol, 1).

La Legge Golfo-Mosca ha permesso di aumentare sensibilmente la presenza di donne nei Cda e nei Collegi Sindacali delle società e per il 2020 l’Unione Europea ha messo sul piatto una proposta sulla parità di genere con un obiettivo ambizioso: portare al 40% la percentuale femminile nei Cda delle società quotate. Il tema della board diversity e dell’acceso delle donne a ruoli apicali è uno degli aspetti che interessa in modo sempre più stringente anche le professioniste. Tra i commercialisti cresce costantemente la componente femminile che costituisce il 31,4% degli iscritti all’albo, nel Nordest la percentuale è ancora più alta e raggiunge il 33,3% degli iscritti. Nonostante questo, a livello di vertici c’è ancora una sotto-rappresentanza femminile: su 144 Ordini in Italia, sono 6 le donne presidenti (4,17%); dei 14 Ordini Triveneti, nessuno è presieduto da donne e solo 4 hanno una donna Vicepresidente.
Parteciperanno alla tavola rotonda, moderata da Barbara Ganz gionalista del Sole 24 Ore, Anna Zattoni, Direttore Generale Valore D, Barbara De Muro, Avvocato dell’Ordine di Milano, Responsabile Aslawomen, Partner Portale Visconti, Mariacristina Galgano, Amministratore Delegato GALGANO & ASSOCIATI Consulting, Dario Longo Avvocato dell’Ordine di Milano, Presidente Parks Liberi e Uguali, Partner Linklaters, Elisabetta Pozzetto, Giornalista, Autrice di “La mia patria è il mondo intero”, Micaela Testa, Dottore Commercialista ODCEC Pordenone e membro della Commissione Parità di genere CNDCEC.