“Saperi e sapori della via Aemilia” sbarca a Expo 2015

0
352
ferrara1
Primo dei sei giorni per le imprese protagoniste nello spazio “Piazzetta” per il progetto di Unioncamere Emilia-Romagna e Consorzio del Parmigiano Reggiano

 

ferrara1E’ partito nel cuore di Expo 2015 a Milano, il progetto “Saperi e sapori della via Aemilia”, promosso e coordinato da Unioncamere e Sistema camerale dell’Emilia-Romagna nello spazio “Piazzetta” in dotazione alla Regione, lungo il Cardo, a pochi metri dal Padiglione Italia. 

Si tratta di un’occasione straordinaria per far conoscere l’eccellenza produttiva e la tradizione insieme al legame con il luogo di origine, l’Emilia-Romagna, “terra con l’anima” che vive ogni giorno grazie alle imprese protagoniste di specifici momenti informativi dedicati che, grazie al brillante supporto dell’animatore Daniele De Leo agronomo esperto di tematiche agroambientali, coinvolgono il pubblico in un’esperienza emozionale alla scoperta delle eccellenze agro-alimentari.

Le prime performance sono state delle imprese reggiane Cooperativa San Gaetano (condimento balsamico), Azienda Agricola Pignagnoli Paola (apilcoltura) e le ferraresi MLB Home Gallery performance artistiche enogastronomiche, Consorzio Pescatori di Goro vongole veraci fresche e Gia che in occasione del suo 35esimo anniversario ha presentato sughi ed aromi in tubetto realizzati con i prodotti ortofrutticoli ferraresi attraverso giochi e indovinelli che hanno coinvolto il pubblico.

Le imprese si avvalgono della collaborazione di Pellegrino Artusi, il padre della cucina italiana “resuscitato” per l’evento e interpretato da un attore che dialoga con l’animatore. 

Da giovedì 10 settembre, ad animare lo spazio in “Piazzetta” a Expo saranno le imprese modenesi Molino Ariani di San Felice sul Panaro (farine), Azienda agricola Pedroni e Acetaia Malpighi aceto balsamico tradizionale di Modena DOP, Fargef Trade Profumalchemici di Modena e la ferrarese la “Fattoria degli animali” La Collinara di Comacchio con il Miele del Delta del Po. Sarà presente il presidente della Camera di commercio di Modena e di Unioncamere Emilia-Romagna, Maurizio Torreggiani, assieme al segretario dell’Unione regionale, Claudio Pasini. 

Durante i sei giorni, tutte le imprese sono sempre presenti con video e informazioni disponibili con punti dedicati inseriti nel touch wall della Regione, e trasferibili nei dispositivi mobili – smartphone e tablet – del visitatore. 

A cura di Casa Artusi, il programma “Il bello e il buono” coinvolge il pubblico in un momento di conoscenza del patrimonio culturale ed enogastronomico dell’Emilia-Romagna attratto dai gesti sapienti che caratterizzano la preparazione della pasta fresca e della piadina fatta a mano e di dolci tipi del territorio, in collaborazione con l’Associazione delle Mariette, le maestre sfogline.