Av Brescia-Verona: il Consorzio Cepav 2 avvia il secondo lotto

Rfi ha notificato l’assegnazione dell’incarico con la relativa disponibilità dei finanziamenti del valore vomplessivo di 514 milioni di euro. 

0
1198
Av Brescia-Verona ferrovia sistema controllo treni scmt

Ulteriore passo avanti per la realizzazione del Corridoio Mediterraneo che collega via ferro l’Europa centro-meridionale, attraversando da Est a Ovest l’Italia settentrionale dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia con la linea Av Brescia-Verona.

Il Consorzio Cepav due, in cui Saipem detiene una partecipazione pari al 59,09% e di cui ha la guida operativa, ha ricevuto da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) la formale comunicazione che notifica l’avvenuta assegnazione e disponibilità di un’ulteriore tranche di risorse finanziarie per la realizzazione del secondo lotto costruttivo della tratta Av Brescia EstVerona del valore complessivo di circa 514 milioni di euro, di cui la quota di competenza Saipem è pari a circa 304 milioni di euro.

In particolare, il secondo lotto costruttivo prevede il completamento da parte del Consorzio Cepav due delle opere civili della tratta alta velocità – alta capacità Brescia Est – Verona e la realizzazione dell’armamento ferroviario, della trasmissione elettrica e delle tecnologie di telecontrollo dell’intera tratta.

Come comunicato il 6 giugno 2018 in occasione dell’assegnazione del primo lotto costruttivo, il contratto tra Cepav due e Rete Ferroviaria Italiana prevede la realizzazione di un tracciato ferroviario Av Brescia-Verona di circa 48 km, compresi i 2,2 km dell’interconnessioneVerona Merci”, di collegamento con l’asse Verona-Brennero.

Nell’ambito della linea ferroviaria Milano-Verona, Saipem, per il tramite del Consorzio Cepav due, ha anche partecipato alla realizzazione del tratto di linea Treviglio-Brescia di 39 km ed ulteriori 11,7 km di interconnessione con linee convenzionali.

Ancora in alto mare, invece, la progettazione del tracciato tra Verona e Padova, mentre sulla tratta tra Venezia e Trieste si pensa a potenziare il tracciato esistente, anche se i flussi di traffico merci in crescita dal porto di Trieste potrebbero consigliare di realizzare il raddoppio dei binari anche su questa tratta.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata