Banca europea sviluppo sostenibile, Trieste si candida a sede

Iniziativa un’associazione “Sustinable Financing” formata da imprenditori, banche e istituzioni. Savino (FI): «da sempre a favore trasferimento a Trieste». 

0
548
banca europea sviluppo sostenibile

La città di Trieste si candida ufficialmente a essere la sede della nuova Banca europea sviluppo sostenibile, «destinata ad affiancare le tre attuali istituzioni finanziarie dell’Unione europea e a proiettarsi nella promozione e gestione di iniziative caratterizzate dall’obiettivo prioritario della sostenibilità», come afferma l’associazione, “Sustainable Financing” formata da alcuni fra i più importanti imprenditori del NordEst (per un fatturato complessivo di oltre due miliardi di euro e banche, come la BCC Staranzano Villesse).

L’iter prevede la presentazione a Bruxelles di un’iniziativa ufficiale da parte del Governo italiano, basata da un lato sull’esigenza più volte ribadita dalle autorità europee di rafforzare l’architettura finanziaria dell’Ue, dall’altra la sfida lanciata dal presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, di un riposizionamento della Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e della Banca Europea per la Ricostruzione e Sviluppo (BERS) anche nell’ottica delle problematiche poste dalla Brexit.

Sustainable Financing” propone di promuovere una nuova istituzione bancaria, autonoma o filiale della Bei, anche in considerazione del fatto che l’Italia non vanta né una sede né una posizione di vertice nel mondo finanziario dell’Europa. La proposta sarà analizzata prima di tutto dalle istituzioni locali, per poi passare all’esame del ministero dell’Economia e Finanze per infine formulare la candidatura ufficiale in Unione europea.

Trieste ha come punti di forza il ruolo di riferimento anche commerciale e portuale che riveste per tutti i Paesi dell’Est europeo, una connessione storica e consolidata con la Turchia e il Medio Oriente, oltre allo status di porto franco. Il progetto, sottolineano gli organizzatori, sarebbe in sintonia con il piano di riusodell’intera area del Porto antico di Trieste.

Secondo Giuseppe Razza, presidente dell’associazione, imprenditore specializzato nello sviluppo di business high-tech nel campo della sostenibilità, ha sottolineato che «la città si è impegnata in sogni irrealizzabili. Quello della Banca europea sviluppo sostenibile, per la quale non casualmente stanno manifestando interesse anche altre città europee, può segnare una svolta anche per l’intera area del NordEst. E in questo Trieste ha in tasca tutte le carte vincenti di cui altri sono privi».

La proposta dell’associazioneSustinable Financing” trova il convinto appoggio del deputato e coordinatore regionale di Forza Italia, Sandra Savino: «era il 2016 quando chiesi al governo, allora presieduto da Matteo Renzi, di prodigarsi per il trasferimento della sede della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo da Londra a Trieste. Una proposta che avanzai convinta come sono che l’Italia meriti di ospitare un’importante istituzione internazionale come la BERS e che Trieste, con la sua storia, sia la città italiana che incarna di più lo spirito europeo, e che per la sua collocazione geografica e per il suo essere punto di approdo dei collegamenti internazionali rappresenti la sede ideale per ospitare una BERS rinnovata nella sua progettualità. Oggi il tema ritorna di attualità grazie alla meritoria iniziativa di un’associazione, “Sustainable Financing”, un progetto ambizioso, che nei passaggi istituzionali avrà l’appoggio di Forza Italia FVG, che confido possa andare in porto: Trieste ha tutte le carte in regola per tornare ad essere capitale europea».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata