Banca d’Italia: nel 2022 buoni dati per Trento e Bolzano

Positivi soprattutto manifattura, export e turismo. Nubi per il 2023 specie per l’andamento dell’economia tedesca attesa in recessione. 

0
211
banca d'italia

«L’anno 2022 è di soddisfazione: ci consegna dei numeri che ci fanno ricordare la fase prepandemica, soprattutto nei settori della manifattura, dell’export e del turismo – ha commentato Maurizio Silvi, capo della filiale di Trento della Banca d’Italia, in occasione della presentazione de “L’economia delle province autonome di Trento e di Bolzano: aggiornamento congiunturale” -. Il turismo nell’estate 2022 registra arrivi e presenze simili all’estate 2019».

Nel 2022 gli istituti di statistica delle due province prefigurano un incremento del prodotto internolordo superiore al 3%, «che permetterebbe il pieno recupero dei livelli pre-pandemici» evidenzia la Banca d’Italia. L’attività economica nelle due province ha continuato a crescere nella prima partedel 2022, soprattutto grazie ad esportazioni e incremento della domanda interna. La crescita del Pil si ridurrebbe invece per la seconda parte dell’anno, «risentendo dell’incertezza circa la situazione economica generale, del forte aumento dei costi di produzione delle imprese e delle elevate pressioni inflazionistiche».

Il tasso di occupazione nelle provincie di Trento e Bolzano è «significativamente superiore alla media nazionale – afferma Silvi -. L’indice supera il 73% a Bolzano e si aggira attorno al 69% a Trento. Questo significa circa dieci punti in più rispetto alla media nazionale».

Secondo i dati della “Rilevazione sulle forze di lavoro” dell’Istat, il numero di occupati nella media del primo semestre 2022 è aumentato del 5,4% in Trentino e dell’8,9% in Alto Adige rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, recuperando i livelli pre-pandemici. L’aumento – secondo la Banca d’Italia – ha interessato in misura simile entrambi i generi in provincia di Trento ed è stato più marcato per le donne nella provincia di Bolzano.

Sul fronte dei prestiti alle famiglie, la Banca d’Italia rileva una continua crescita. «C’è un lieve rallentamento in Trentino e una prosecuzione della crescita in Alto Adige. Crescono soprattutto i mutui per l’acquisto di abitazioni e il credito al consumo – spiega Antonio Accetturo, capo della divisione analisi e ricerca economica territoriale della filiale di Trento -. «Un aumento dei tassi di interesse per l’acquisto di abitazione, che ha raggiunto un livello di poco superiore al 2%, sia in Trentino, sia in Alto Adige».

Per Paolo Chiades, della filiale della Banca d’Italia di Bolzano, «la Germania dovrebbe andare in recessione tecnica. Sarà un problema per entrambe le province, ma soprattutto per Bolzano, dove gli scambi con quel Paese sono molto forti: oltre 1/3 delle esportazioni altoatesine sono assorbitedall’economia tedesca».

L’industria trentina e altoatesina ha continuato a crescere in entrambe le province nei primi sei mesidel 2022, grazie all’aumento della domanda estera e alla ripresa di quella interna. Preoccupal’incremento dei costi energetici unito alle difficoltà di approvvigionamento da parte delle imprese. «La manifattura del Trentino Alto Adige è relativamente meno energivora rispetto alla media nazionale», ha tuttavia precisato Accetturo. Nella prima parte del 2022 in Trentino è cresciuto il settore delle costruzioni, mentre in Alto Adige si è stabilizzato, dopo una fase di crescita negli anni passati. È stato rilevato poi un andamento positivo per il terziario nella prima parte di quest’anno, soprattutto grazie alla ripresa dei flussi turistici nell’inverno 2021-22, mentre è diminuita la percentuale delle imprese soddisfatta della propria redditività. Allo stesso tempo sono rallentati i prestiti alle imprese.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata