L’industria italiana della cosmesi verso i 14,4 mld (+7,7%) di fatturato

Export +18,5%. Piena ripresa, analisi e tendenze di Cosmetica Italia.

0
659
industria italiana della cosmesi

Bene l’export, il fatturato e i consumi interni del comparto dell’industria italiana della cosmesi. Cresce la voglia di bellezza e di benessere e gli italiani si truccano, amano stare all’aria aperta e proteggono la pelle dal sole e ritornano a profumarsi.

Il consumo di cosmesi come prova dei fenomeni sociali e culturali conferma la piena ripresa delle attività e dei rapporti umani, dopo anni di prudenza e di ritiro sociale. Cura del viso (+16,4% in un anno), del corpo (+15,3%) e profumi (+13%) in testa agli acquisti di prodotti di bellezza degli italiani nell’ultimo anno.

L’industria italiana della cosmesi, secondo l’associazione di categoria Cosmetica Italia, nel 2022 consegue un fatturato globale che ha raggiunto i 13,3 miliardi di euro con una crescita del 12,1% rispetto all’anno precedente. Positive inoltre le nuove stime per il 2023 che vedono il fatturato salire a 14,4 miliardi di euro con un incremento del 7,7% sul 2022.

In crescita il consumo di rossetti e lucidalabbra (+23,4%), prodotti solari (+19,6%), correttorifard e terre(+18,5%). I profumi sono il 13,6% del totale.

Nonostante lo scenario mondiale critico, si conferma la rapida reattività dell’industria italiana della cosmesi: le esportazioni, che rappresentano oltre il 40% del fatturato totale del comparto, nel 2022 hanno toccato quota 5,9 miliardi di euro, con un aumento del 18,5% rispetto al 2021. Anche le stime dell’export per il 2023 sonopositive: l’associazione Cosmetica Italia prevede il raggiungimento dei 6,4 miliardi di euro con un incremento del 10% rispetto al 2022.

La classifica dei 10 paesi dove il “Made in Italy” piace di più (variazioni del 2022 sul 2021) vede al primo posto gli Stati Uniti (+38,7%),seguiti da Francia (+10,7%), Germania (+3,6%), Spagna (17,9%), UK (+14,6%), Paesi Bassi (+17,7%), Polonia (+32,6%), Emirati Arabi (+60,7%). Concludono la classifica Hong Kong (unico a registrare un calo del 24,3%) e Belgio (+ 24%).

dati mostrano un pieno recupero dei consumi interni e dell’export e – rileva il Centro studi di Cosmetica Italia – si assiste anche ad una accelerazione delle esportazioni verso i paesi extra europei che sono passati dal 33% del 2020 al 38% sul totale export del 2022. «Registriamo livelli record per la bilancia commerciale che nel 2022 supera i 3,2 miliardi di euro con una crescita di oltre 500 milioni rispetto al 2021 – afferma Benedetto Lavinopresidente di Cosmetica Italia -. La propensione all’investimento, la capacità di interpretare i bisogni del mercato e l’apertura verso mercati internazionali contribuiscono a rendere le nostre imprese un comparto molto reattivo e capace di affrontare le sfide imposte da scenari molto complessi. Il settore dimostra di essere solido, maturo, proattivo e concorrenziale nell’operare sempre più come sistema».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata