Acquisizione da parte di Ortus Power Resources Italy dei renewable energy developer Renvalue e STHEP

0
497

Nell’operazione, Ortus Power Resources Italy è assistita dallo studio legale internazionale DLA Piper; le venditrici, Renvalue e STHEP sono assistite dal team dello Studio Russo&Zanonato.

Ortus Power Resources Italy ha completato l’operazione di acquisizione dei renewable energy developer Renvalue e STHEP.

Ortus Power Resources Italy è la piattaforma operante nel settore delle energie rinnovabili specializzata nel fotovoltaico, nell’eolico onshore e nello storage, costituita nel 2021 con l’obiettivo di sviluppare rapidamente un portafoglio greenfield di progetti fotovoltaici ed eolici onshore di potenza totale di 1 GW. Ortus è una joint venture partecipata dalla società statunitense Ortus Climate Mitigation, piattaforma di sviluppo di infrastrutture nell’ambito delle energie prodotte da fonte rinnovabile attiva principalmente in Italia, Marocco, Regno Unito e Stati Uniti che da anni contribuisce fattivamente all’accelerazione della transizione energetica e da Omnes Capital, private equity firm francese con più di 5 miliardi di euro investiti, attraverso i propri fondi Capenergie 4 dedicati a investimenti nelle energie rinnovabili e gestita da un management con grande esperienza nel settore italiano delle energie rinnovabili.

Renvalue e STHEP sono due società italiane attive da più di venticinque anni nei settori delle energie rinnovabili e delle infrastrutture elettriche, la cui attività prevalente consiste nello sviluppo greenfield di progetti fotovoltaici, eolici e di storage di energia, che da anni collaborano con il gruppo Ortus per lo sviluppo congiunto di progetti localizzati in diverse regioni italiane.

L’operazione, originata, strutturata e coordinata dal dottor Ken Shewer, dall’ingegnere Guido Cuzzolin e dall’avvocato Francesco Perrini, rispettivamente presidente del consiglio di amministrazione, country manager e general counsel di Ortus, è stata realizzata in forma di share deal a mezzo dell’acquisizione da parte della joint venture italiana delle quote rappresentative dell’intero capitale sociale di entrambe le società di sviluppo.

Nel contesto dell’operazione, che riveste per Ortus una particolare rilevanza strategica e rappresenta il raggiungimento di una ulteriore e significativa milestone nel percorso di crescita avviato dai partner nell’ottica di rendere la società un player di riferimento nel settore delle energie rinnovabili in Italia, il team di DLA Piper che, sotto la supervisione del partner e responsabile del dipartimento corporate Giulio Maroncelli, ha assistito l’acquirente per gli aspetti legali, è stato composto dagli avvocati Gianmarco Scialpi, Alessandro Nociti e Antonio Congiusta, nonché da Tommaso Zucchetti. Per gli aspetti fiscali e finanziari, l’acquirente è stato altresì assistito dal team di Mazars composto dal partner Giovanni Crenna e dalmanager Floriano Mascolo.

Lo studio legale Russo&Zanonato ha agito invece al fianco di tutti i venditori con un team composto da entrambi i name partner Luigi Russo e Alessandro Zanonato.

Gli aspetti notarili dell’operazione sono stati seguiti dallo studio ZNR Notai, con il notaio Marco Ferrari e la dottoressa Camilla Caserta.

Scopri tutti gli incarichi: Antonio Congiusta – DLA Piper; Giulio Maroncelli – DLA Piper; Alessandro Nociti – DLA Piper; Gianmarco Scialpi – DLA Piper; Tommaso Zucchetti – DLA Piper; Giovanni Crenna – Mazars; Floriano Mascolo – Mazars; Luigi Russo – Russo&Zanonato Studio Legale Associato; Alessandro Zanonato – Russo&Zanonato Studio Legale Associato;