Assolto l’ex direttore dell’Università Popolare accusato di truffa per mancata timbratura del badge

0
775

Il Tribunale di Trieste ha assolto in primo grado dall’accusa di truffa l’ex diret­tore dell’Università popolare, Fabrizio Somma, assistito nel procedimento dall’avvocato Giovanni Borgna.

I fatti riguardano pe­rò un altro incarico, quello di collaboratore tecnico ricoper­to all’Università di Trieste (co­me responsabile del Laborato­rio di cartografia storica del Dipartimento di Scienze geo­grafiche e storiche), di cui all’epoca dell’inchie­sta Somma (nel 2018) era di­pendente.

La Procura contestava all’imputato una serie di entrate ed uscite dal posto di lavoro senza timbrare regolarmente il badge di servizio, salvo poi produrre una dichiarazione in cui “falsamente” indicava gli orari di lavoro svolti.

Co­sì agendo avrebbe indotto in errore il personale ammini­strativo che autorizzava la re­tribuzione anche per le ore nelle quali egli non aveva prestato servizio.

Il giudice Caminno Poilucci, dopo l’analisi della documen­tazione e l’audizione di testi­moni, ha ritenuto che per le presunte assenze il rea­to di truffa “non sussiste”, emettendo una assoluzione con formula piema per Fabrizio Somma.

Inoltre, con tale sentenza il giudice ha disposto la restituzione della somma sequestrata all’imputato nel corso dell’inchiesta.

Scopri tutti gli incarichi: Giovanni Borgna – Borgna Studio Legale;