Redditi delle partite Iva da fame: il 37% dichiara meno di 15.000 l’anno

Secondo la Sogei, in 330.000 hanno pure dichiarato redditi negativi. Il 45% dichiara oltre 50.000 euro.

0
232
Redditi delle partite Iva tasse giugno

I redditi delle partite Iva evidenziano una fortissima disparità, con ben il 37% delle dichiarazioni che stanno sotto i 15.000 euro annui, ovvero meno di 1.250 euro lordi al mese. Non solo: in 330.000 hanno pure dichiarato redditi negativi.

I dati sono contenuti nella relazione fatta dall’amministratore delegato di Sogei, Cristiano Cannarsa, intervenuto alla Commissione bicamerale Anagrafe tributaria sulle pagelle fiscali protagoniste della riforma fiscale in corso d’opera.

Il 45% delle partite Iva interessate alle pagelle fiscali ha un voto da 8 in su che consentirà loro di accedere ai vantaggi del regime premiale, mentre il reddito medio per chi riporta un voto pari a tre, e quindi non affidabile, è di circa 28.500 euro.

Secondo le prime simulazioni sulla portata del concordato preventivo che entra in vigore nel 2024 per i redditi delle partite Iva il miglioramento da un voto da 3 a 10 comporterebbe un aumento di reddito di circa 25.000 euro da spalmare sul biennio di vigenza dell’accordo tra contribuente e fisco.

Secondo i dati forniti da Cannarsa, sotto il 6 ci sono circa 650.000 soggetti, tra il 6 e l’8 altri 650.000, tra l’8 e il 10 ci sono 894.000 contribuenti. Se si guarda ai redditi medi, invece, sotto il 3 in pagella l’importo dichiarato è di 28.500 euro, tra 6 e 8 si dichiarano 48.000 euro, mentre chi ha il massimo con il voto 10 in pagella denuncia 88.000 euro.

Le partite Iva sotto i 15.000 euro sono diffuse in tutti i settori: «ci sono – spiega Cannarsa – studi legali e notarili, di architettura, ingegneria e altre attività tecniche, attività professionale di consulenza, attività professionali sanitarie, commercio al dettaglio, commercio ambulante e intermediari del commercio». Mentre «quelli con valori più negativi sono tutti quelli che hanno attività di fabbricazione o di produzione, come carta, articoli in gomma, macchine, mezzi di trasporto, prodotti chimici».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata