Negli ultimi 10 anni, le spese delle regioni italiane sono cresciute di 89 miliardi di euro

0
138
Bortolussi (Cgia): “l’aumento di spesa avvenuto è imputabile alla Riforma del Titolo V della Costituzione. La sanità è la voce di spesa che è cresciuta di più”

Nell’ultimo decennio, le regioni italiane hanno speso 89 miliardi di euro in più. Di questi, oltre la metà sono stati “assorbiti” dalla sanità (49,1 miliardi di euro). A fronte di un aumento dell’inflazione che nel periodo preso in esame ha toccato il 23,9%, la crescita della spesa è stata del 74,6%. Nel 2010 (ultimo dato disponibile riferito ai bilanci di previsione) le uscite complessive delle Regioni hanno superato i 208,4 miliardi di euro. Questi risultati emergono da una analisi dei bilanci regionali condotta dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre che, in una fase in cui molte amministrazioni sono finite nell’occhio del ciclone per aver compiuto delle spese “non giustificate”, ha voluto invece porre l’attenzione sull’importanza di questa istituzione, analizzandone l’andamento della spesa di ogni singola funzione.

“Con l’approvazione della riforma del Titolo V della Costituzione avvenuta nel 2001 – dichiara il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – l’Italia ha assunto un assetto istituzionale decentrato. In precedenza, i poteri delle regioni erano esplicitamente citati nella Costituzione, mentre lo Stato aveva la competenza su tutte le altre materie. La riforma del 2001 ha capovolto la situazione: lo Stato è titolare di alcune materie espressamente citate nella Costituzione – come la giustizia, la difesa, la politica estera – mentre alle regioni sono stati attribuiti i poteri su tutte le altre funzioni non esplicitamente riservate allo Stato. Pur riconoscendo che perdurano sprechi, sperperi e inefficienze che vanno assolutamente eliminati, nell’ultimo decennio l’aumento della spesa delle Regioni è imputabile al nuovo ruolo istituzionale conferitogli e dalle nuove competenze assunte. In primis la gestione e l’organizzazione della sanità, ma anche dell’industria e del trasporto pubblico locale. Vi sono poi – commenta Bortolussi – alcune materie nelle quali le regioni hanno oggi una potestà esclusiva, mentre in precedenza dovevano sottostare ai limiti normativi dello Stato. Tra queste ricordo l’artigianato, l’agricoltura, il commercio, la formazione professionale, il turismo e l’ambiente. Infine, vi è una terza ragione che ha fatto impennare la spesa: mi riferisco, in particolare, ai maggiori costi socio-sanitari che le regioni hanno dovuto farsi carico a seguito dell’invecchiamento   della popolazione e per finanziare le misure a sostegno della popolazione straniera giunta nel nostro Paese”.

Non è un caso (vedere Tab. 1) che nel decennio scorso la voce di spesa cresciuta di più sia stata quella riferita all’assistenza sociale (+154,4%). A livello di singola regione, invece, la spesa pro capite più elevata si registra in Valle d’Aosta, con un importo pro capite pari a 13.139 euro. Seguono la provincia di Bolzano, con 9.544 euro, e quella di Trento, con 8.860 euro. Le più parsimoniose, invece, sono le Marche, con 2.583 euro di spesa pro capite, la Puglia, con 2.342 euro e la Lombardia, con 2.202 euro (Tab. 2).

Infine, l’analisi della Cgia di Mestre ha preso in esame le tre principali voci di spesa di ciascuna realtà regionale (vedi Tab.3 e Tab. 4), analizzandone la spesa sia a livello pro capite sia in valore assoluto, nonché l’incidenza percentuale sul totale delle uscite. Come accennato più sopra, tutte le realtà regionali hanno nella sanità e nei trasporti le principali voci di spesa.


TAB 1 – Dinamica della spesa delle Regioni per funzione

Valori in milioni di euro (bilanci di previsione)

2000

2010

Var. ass.
2010-
2000

Var. %
2010-
2000

Amministrazione generale

7.232

12.436

+5.204

+72,0

Istruzione e formazione

5.048

8.187

+3.139

+62,2

Assistenza sociale

2.346

5.969

+3.623

+154,4

Sanità

61.765

110.945

+49.180

+79,6

Sviluppo economico

7.745

8.890

+1.145

+14,8

Trasporti

7.758

12.024

+4.266

+55,0

Territorio

5.416

7.489

+2.073

+38,3

Edilizia abitativa

3.451

2.640

-811

-23,5

Oneri non attribuibili

18.638

39.839

+21.201

+113,8

Totale Regioni

119.398

208.418

+89.020

+74,6

Inflazione (2000-2010)

+23,9

Elaborazione Ufficio Studi CGIA Mestre su dati Issirfa-Cnr

TAB 2 – Dinamica della spesa per Regione

Valori in milioni di euro (bilanci di previsione)

2000

2010

Var. ass.
2010-
2000

Var. %
2010-
2000

Spesa
2010
euro
procapite

Valle d’Aosta

1.089

1.680

+591

+54,3

13.139

P.A. Bolzano

3.328

4.805

+1.477

+44,4

9.544

P.A. Trento

3.073

4.650

+1.577

+51,3

8.860

Basilicata

1.646

3.622

+1.976

+120,0

6.151

Sicilia

13.131

26.982

+13.851

+105,5

5.350

Friuli-Venezia Giulia

3.879

6.378

+2.499

+64,4

5.168

Sardegna

4.741

7.744

+3.003

+63,4

4.630

Calabria

5.938

9.022

+3.084

+51,9

4.490

Emilia Romagna

7.310

17.912

+10.602

+145,0

4.075

Lazio

11.720

22.657

+10.937

+93,3

3.988

Umbria

1.310

3.257

+1.947

+148,5

3.616

Liguria

3.461

5.627

+2.166

+62,6

3.482

Molise

907

1.112

+205

+22,6

3.473

Abruzzo

2.928

4.341

+1.413

+48,2

3.242

Campania

12.336

18.099

+5.763

+46,7

3.107

Toscana

5.678

10.202

+4.524

+79,7

2.735

Veneto

9.257

13.306

+4.049

+43,7

2.709

Piemonte

6.373

11.794

+5.421

+85,1

2.653

Marche

2.694

4.028

+1.334

+49,5

2.583

Puglia

5.320

9.566

+4.246

+79,8

2.342

Lombardia

13.279

21.635

+8.356

+62,9

2.202

Regioni Ordinarie

90.157

156.180

+66.023

+73,2

3.048

Regioni Speciali

29.240

52.239

+22.999

+78,7

5.737

TOTALE REGIONI

119.398

208.418

+89.020

+74,6

3.454

Inflazione nel periodo

+23,9

Elaborazione Ufficio Studi CGIA Mestre su dati Issirfa-Cnr

TAB 3 – Le prime tre funzioni di spesa nelle Regioni a statuto ordinario

Anno 2010 (bilanci di previsione)

PIEMONTE

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

LOMBARDIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.896

8.431

71,5

Sanità

1.525

14.989

69,3

Trasporti

180

801

6,8

Assistenza sociale

168

1.648

7,6

Amministrazione generale

120

532

4,5

Trasporti

137

1.345

6,2

VENETO

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

LIGURIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.530

7.516

56,5

Sanità

2.328

3.762

66,9

Territorio

201

988

7,4

Trasporti

195

315

5,6

Assistenza sociale

184

903

6,8

Istruzione e formazione

145

235

4,2

EMILIA ROMAGNA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

TOSCANA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

2.092

9.194

51,3

Sanità

1.811

6.757

66,2

Trasporti

224

986

5,5

Trasporti

180

672

6,6

Sviluppo economico

123

541

3,0

Amministrazione generale

111

413

4,0

UMBRIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

MARCHE

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.962

1.767

54,3

Sanità

1.916

2.988

74,2

Trasporti

334

301

9,2

Amministrazione generale

117

183

4,5

Sviluppo economico

312

281

8,6

Trasporti

85

132

3,3

LAZIO

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

ABRUZZO

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

2.473

14.052

62,0

Sanità

1.796

2.405

55,4

Trasporti

265

1.503

6,6

Trasporti

120

160

3,7

Sviluppo economico

147

836

3,7

Amministrazione generale

109

146

3,4

MOLISE

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

CAMPANIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.930

618

55,6

Sanità

1.639

9.545

52,7

Amministrazione generale

331

106

9,5

Sviluppo economico

175

1.022

5,6

Trasporti

203

65

5,8

Trasporti

166

969

5,4

PUGLIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

BASILICATA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.663

6.790

71,0

Sanità

1.968

1.159

32,0

Trasporti

119

488

5,1

Territorio

1.138

670

18,5

Amministrazione generale

78

318

3,3

Trasporti

684

403

11,1

CALABRIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

REGIONI ORDINARIE

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.939

3.897

43,2

Sanità

1.832

93.870

60,1

Territorio

497

999

11,1

Trasporti

191

9.767

6,3

Trasporti

377

758

8,4

Territorio

117

6.019

3,9

Nota: non si è tenuto conto della funzione residuale “Oneri non attribuibili”

Elaborazione Ufficio Studi CGIA Mestre su dati Issirfa-Cnr

TAB 4 – Le prime tre funzioni di spesa nelle Regioni a statuto speciale

Anno 2010 (bilanci di previsione)

VALLE D’AOSTA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

P.A. BOLZANO

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Amministrazione generale

2.988

382

22,7

Sanità

2.598

1.308

27,2

Sanità

2.198

281

16,7

Amministrazione generale

2.469

1.243

25,9

Sviluppo economico

1.283

164

9,8

Istruzione e formazione

648

326

6,8

P.A. TRENTO

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

FRIULI-VENEZIA GIULIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

2.227

1.169

25,1

Sanità

1.949

2.405

37,7

Amministrazione generale

1.589

834

17,9

Amministrazione generale

1.200

1.481

23,2

Istruzione e formazione

974

511

11,0

Trasporti

267

329

5,2

SICILIA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

SARDEGNA

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.687

8.508

31,5

Sanità

2.035

3.403

43,9

Amministrazione generale

460

2.319

8,6

Sviluppo economico

457

765

9,9

Sviluppo economico

251

1.268

4,7

Amministrazione generale

405

677

8,7

REGIONI SPECIALI

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

TOTALE REGIONI

euro
procapite

milioni
di euro

in % sul
totale

Sanità

1.875

17.074

32,7

Sanità

1.839

110.945

53,2

Amministrazione generale

762

6.936

13,3

Amministrazione generale

206

12.436

6,0

Sviluppo economico

352

3.206

6,1

Trasporti

199

12.024

5,8

Nota: non si è tenuto conto della funzione residuale “Oneri non attribuibili”

Elaborazione Ufficio Studi CGIA Mestre su dati Issirfa-Cnr