Ultimo lavoro del Canzoniere Grecanico Salentino: “Pizzica Indiavolata”

0
563
canzonieregrecanico pizzicaindiavolata 1
canzonieregrecanico pizzicaindiavolata 1Pubblicato da Ponderosa Music & Art (2012) il CD con le danze popolari del Salento
di Giovanni Greto

La seconda generazione dei musicisti del Canzoniere Grecanico Salentino (CGS), la più importante ensemble di musica popolare salentina, fondata nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, è guidata attualmente dal tamburellista e violinista Mauro Durante, che ha ereditato il timone del comando dal padre Daniele nel 2007.

La musica del gruppo, coinvolgente, emozionante e scatenante, deriva dalle tradizioni nate attorno alla celebre pizzica tarantata rituale, che aveva il potere di curare attraverso la musica, la trance, la danza, il morso della leggendaria taranta. Il disco corona un percorso di due anni, che ha portato il CGS ad esibirsi con successo in tutto il mondo. Il titolo dell’album, ‘Pizzica indiavolata’, l’ultimo delle 13 tracce in scaletta, prende nome da un celebre brano del repertorio tarantolesco di Luigi Stifani, il barbiere/violinista che fu la guida dell’antropologo Ernesto De Martino nel suo viaggio nella “terra del rimorso”. Reinterpretato oggi, si pone come un manifesto della nuova pizzica salentina.

Il settetto, affiatatissimo, si basa su una ritmica infaticabile, curata innanzitutto da Giancarlo Paglialunga ai tamburi a cornice, sulla voce femminile della brava Maria Mazzotta e su un perfetto amalgama di più voci maschili, assai abili nel controcanto. Ammirevole e prezioso, sia il lavoro di Giulio Bianco, fiatista che spazia dall’armonica, ai flauti, alla zampogna, che quello di Massimiliano Morabito, specialista dell’organetto. Nel CD compare, ad arricchire ed addolcire le sonorità aggressive del CGS, il virtuoso africano della Kora, strumento simile alla cetra, il maliano Baba Sissoko nei brani ‘Aremu an me ‘gapa’, ‘E chora tu anemu’ e in ‘La voce toa’, unico in inglese, interpretato dal secondo illustre ospite, il cantautore anglo-francese Piers Faccini, personalità eclettica e di spicco nel panorama della canzone internazionale europea, che ne firma il testo, lasciando a Mauro Durante la creazione della musica.

Un gruppo come il Canzoniere, che si propone oggi di esorcizzare non più i tarantati, ma i mali dei nostri giorni, risulta esplosivo nelle esibizioni dal vivo. Ed è quanto è successo di recente all’auditorium Candiani di Mestre, allorché il gruppo, appena ritornato da una tournee tra il Canada e gli USA, ha conquistato la platea gremita del piccolo auditorium, concedendo numerosi bis e invitandola a ballare, in uno scatenato happening vocale e danzante assieme alla brava Silvia Perrone, affascinante presenza in abito rosso, che si è a tratti inserita nelle trame sonore dell’ensemble, attraverso una insistente quanto delicata danza circolare che ha ricordato quella, esclusivamente maschile, dei Dervisci Rotanti.