Sangalli Vetro Portonogaro ammessa al concordato

0
340

San Giorgio di Nogaro. Il Tribunale di Udine ha ammesso al concordato preventivo Sangalli Vetro Portonogaro s.p.a., primario player nel settore del vetro, lo ha annunciato la società con una nota dell’amministratore unico Bruno Venturelli.

Il piano del concordato in continuità prevede il soddisfacimento dei 120 milioni di debiti nei prossimi 5 anni, attraverso il flusso dell’attività cantieristica.

Nella predisposizione del piano di concordato la società è assistita dall’avvocato Massimo Zappalà, partner dello studio legale Campoccia in Treviso, con l’avvocato Giuseppe Campeis dell’omonimo studio legale in Udine.

L’advisor industriale e finanziario è KPMG con un team composto dal socio Federico Bonanni, dall’associate partner Marco Brugola e da Mario Sacco, coadiuvati dal dottore commercialista Emilio Vellandi, partner dello studio Cortellazzo, Wiel, Zardet in Treviso.

L’attestatore del piano è il commercialista torinese Riccardo Ranalli, partner dello studio GMR, che ha effettuato la valutazione degli asset con il prof. Alberto Tron, partner dello studio Mottura, Tron in Roma.

Ora la parola passa ai creditori chiamati a pronunciarsi all’udienza del 12 maggio prossimo il Tribunale Udinese.

Scopri tutti gli incarichi: Massimo Zappalà – Campoccia; Giuseppe Campeis – Campeis, Studio Avvocati; Emilio Vellandi – Cortellazzo,Wiel,Zardet; Riccardo Ranalli – Ranalli GMR Studio; Alberto Tron – Mottura, Tron;