Eurostat, ecco le prime dieci località turistiche europee per numero di presenze: Canarie in testa, Veneto sesta

0
250
canarie
Tra le prime 10, solo una italiana (Veneto); tra le prima trenta, sei italiane (Veneto, Toscana, Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio e Provincia di Bolzano): Michielli: «se la classifica fosse stata per fatturato, il veneto sarebbe primo»

canarieSpagna, Francia e Italia sono le destinazioni preferite dei turisti europei, ma solo una regione italiana – il Veneto – rientra tra le prime dieci dell’Unione europea, secondo alcuni dati pubblicati da Eurostat sul numero di notti trascorse negli Stati membri per turismo nel 2015.

Nella classifica delle dieci destinazioni più popolari, le isole Canarie in Spagna sono nettamente in testa con 94 milioni di notti nel 2015. La Spagna è il paese con più regioni nella “top ten” con 75,5 milioni notti per la Catalogna, 65,2 milioni per le isole Baleari e 61,4 milioni per l’Andalusia. La Francia ha tre regioni nelle dieci più popolari con Parigi e l’Ile de France (76,8 milioni di notti, al secondo posto nell’Ue), la Provenza-Costa azzurra (54,6 milioni) e il Rhone Alpes (48,7 milioni). 

La Croazia Adriatica arriva al quarto posto nell’Ue (68,1 milioni di notti), mentre il Veneto è la sola regione italiana nella “top ten” europea, piazzandosi al sesto posto con 63,3 milioni di notti. Tuttavia, se si considerano le prime 30 destinazioni preferite nell’Ue, l’Italia è alla pari di Spagna e Francia con sei regioni in classifica: il Veneto, la Toscana, la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Lazio e l’Alto Adige. Sono invece assenti le regioni del Sud. 

Secondo Eurostat, nel 2015 il 58% degli europei ha trascorso le vacanze nel proprie paese, il 26% in un altro Stato membro dell’Ue. Appena il 16% delle notti sono trascorse in destinazioni extra-Ue, con gli Stati uniti nettamente più popolari come meta (13,8% delle notti trascorse da residenti Ue nel resto del mondo) seguiti da Turchia (10,4%) e Marocco (4,6%).

Mastica un po’ amaro il presidente di Confturismo Veneto, Marco Michielli, soddisfatto per il risultato, ma non troppo: «le classifiche basate sulle presenze non mi entusiasmano, preferirei confrontarmi con il resto d’Europa sui fatturati – premette –. Concedetemi la battuta: certo che quando emergeranno i dati del sommerso irregolare potremmo pensare di raggiungere i 93 milioni di presenze (il dato è espresso nella ricerca) delle Canarie e superarli. Auspico – conclude il presidente di Conftursmo Veneto, che è anche vicepresidente nazionale – che venga fatto uno studio serio sui flussi economici e i margini operativi in giro per l’Europa. Vedrete che confrontando le redditività avremo, ahimè, delle sorprese».