Permasteelisa: la proprietà del gruppo di Vittorio Veneto passa dai giapponesi ai cinesi

permasteelisa architettura vetro acciaio
L’operazione contente di consolidare la primazia dell’azienda fondata da Massimo Colomban nel comparto dei rivestimenti in vetro e acciaio per edifici

permasteelisa architettura vetro acciaioNuovo passaggio di proprietà per la veneta Permasteelisa fondata da Massimo Colomban nel 1973 da cui è uscito alcuni anni fa cedendo le azioni ai manager dell’azienda. La multinazionale italiana di costruzioni è stata ceduta dai giapponesi della Lixil Corporation, che l’avevano acquistata nel 2011, al gruppo cinese Grandland di Shenzen per 467 milioni di euro.

L’acquisizione del marchio consentirà a Parmasteelisa di unire le proprie complementarità con un’altra azienda leader di mercato di dimensioni globali. L’attuale amministratore delegato di Parmasteelisa, Riccardo Mollo – che ricoprirà lo stesso ruolo dopo il completamento dell’integrazione – ha assicurato che la società italiana manterrà la sua autonomia a livello operativo. 

Con un giro d’affari di 1,4 miliardi di euro, il gruppo italiano con sede a Vittorio Veneto, è tra i leader mondiali nei rivestimenti architettonici in vetro e acciaio per edifici, ed è conosciuta per aver completato le coperture in vetro della Sydney Opera House, il grattacielo Shard a Londra e la nuova sede del centro direzionale a forma di disco con immense vetrate della Apple a Cupertino, in California. 

La cinese Grandland ha registrato un fatturato di 10,86 miliardi di renmimbi nel 2016 ed è considerata tra le 500 società cinesi più influenti a livello di costruzioni decorative e architettoniche.