Cooperazione Italia-Slovenia: via al Progetto “Fish-Agro”

0
575
interreg italia-slovenia 01 680
A disposizione un milione di euro per lo sviluppo dei settori pesca e agricoltura

interreg italia slovenija 01 680 Risolvere vari problemi legati alle presenza di nuove specie ittiche nel territorio, adottare pratiche innovative nella filiera dell’agricoltura: sono due degli obiettivi del progetto “Fish Agro Tech CBC”, presentato da Aries a valere sull’Asse 1 del Programma Interreg Italia-Slovenia 2014-2020, che promuove le capacità di innovazione per un’area più competitiva.

Al progetto, finanziato con un budget di 1 milione di euro, partecipano oltre ad Aries (braccio operativo Camera di commercio della Venezia Giulia), Area Science Park, GAL Carso, Parco Tecnologico di Lubiana, Camera Economia Primorska (Capodistria), Istituto Nazionale Biologia sloveno. In qualità di partner associato collaborerà al progetto anche il Gruppo Azione Locale LAS Istre. 

Approccio innovativo è il coinvolgimento di tre tipologie di partner: istituzioni attive nella produzione e nel trasferimento dell’innovazione come parchi tecnologici, soggetti economici come enti camerali, e Gruppi di azione locale come rappresentati delle comunità del territorio. L’ampio coinvolgimento renderà possibile una puntuale azione transfrontaliera di territori come, in primo luogo, il Golfo di Trieste e l’Area Carsica, per quanto riguarda pesca, acquacoltura e agricoltura. 

Le attività del progetto, che dureranno fino al 31 dicembre 2019, saranno principalmente rivolte alle imprese dei settori di intervento a livello transfrontaliero. Il progetto creerà le opportunità per rendere le imprese più competitive introducendo tecnologie per migliorare pesca, acquacoltura e agricoltura. 

«La Camera di commercio della Venezia Giulia, attraverso Aries, da sempre cerca di costruire collaborazioni con attori locali e transfrontalieri per definire politiche di sviluppo nei settori strategici per il nostro territorio. Questo progetto punta sull’innovazione, il futuro dell’agricoltura e della pesca dipenderà in larga misura dal livello di innovazione che questi settori sapranno raggiungere nei prossimi anni», ha detto il presidente Antonio Paoletti. 

Per il direttore della Camera dell’Economia Primorska (Koper), Robert Rakar, «è un piacere collaborare al progetto “FISH AGRO TECH” nell’ambito dell’Interreg Italia-Slovenia. La nostra regione è l’unica situata sulla costa slovena e riteniamo che le attività e le innovazioni tecnologiche costituiranno un nuovo valore aggiunto per i settori pesca e agricoltura».