Friulia celebrati 50 anni della finanziaria della regione Friuli Venezia Giulia

0
216
50 anni friulia
Presentato il piano strategico 2018-2020, focus su sviluppo e supporto Pmi 

50 anni friuliaTrieste è stata teatro della celebrazione del cinquantesimo anniversario dalla fondazione della finanziaria regionale Friulia Spa. La società, fondata a servizio delle imprese, ha ricoperto il ruolo di private equity per supportare lo sviluppo del territorio.

Assieme alla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, hanno preso parte il presidente di Friulia Pietro Del Fabbro e il direttore generale Carlo Moser. Erano presenti anche i i presidenti del passato e numerose imprese che in questi anni hanno trovato in Friulia un partner finanziario e manageriale per la crescita. 

Nel corso dell’incontro sono state inoltre presentate le linee guida del Piano strategico 2018-2020, che punta a creare una forte holding regionale a supporto della crescita e del consolidamento delle Pmi regionali anche in ambiti non coperti dall’offerta dei mercati del private equity e del debito.

«Oggi supportiamo le imprese non solo dal punto di vista finanziario, ma anche per gli aspetti gestionali – ha detto Del Fabbro – finanziamo le loro necessità di crescita e spesso mettiamo a loro disposizione le nostre competenze manageriali affiancando gli imprenditori nei momenti più complessi, ad esempio la gestione del passaggio generazionale. Per i prossimi anni porteremo avanti il nostro modello di private equity “gentile” con partecipazioni di minoranza che al termine dell’intervento (circa 5 anni) restituisca le quote ai soci, riteniamo che sia fondamentale che l’imprenditore mantenga sempre la guida della sua azienda». 

La finanziaria regionale Friulia Spa si va sempre più orientando verso il supporto consulenziale all’imprenditore e al management. Lo prevede il Piano strategico 2018-2020, illustrato oggi nel corso dell’incontro celebrativo dei 50 anni della società, a Trieste. Ai prodotti tradizionali (private equity e finanziamenti per le Pmi) Friulia sta introducendo nuovi servizi e azioni come il money&coaching, i minibond e gli strumenti per il rilancio aziendale. 

«Questi sono gli obiettivi – ha affermato Del Fabbro – che ci siamo posti e che continueremo a perseguire anche grazie ad una maggiore integrazione tra i diversi strumenti regionali attualmente in campo per diventare un unico punto di riferimento in grado di rispondere alle esigenze di crescita delle PMI regionali». 

Al 30 giugno il capitale investito di Friulia ammonta a 165 milioni di euro, con 95 aziende partecipate in portafoglio il cui fatturato aggregato è pari a circa 2 miliardi e oltre 11.000 dipendenti (circa il 6,7% del fatturato e 6,1% dei dipendenti delle società di capitali con sede in regione). Gli investimenti complessivi nel quadriennio 2014-17 sono stati 62 milioni in 40 aziende, in gran parte Pmi. Nell’ultimo quadriennio il consiglio di amministrazione ha deliberato 88 milioni di investimenti per un totale di 49 operazioni. 

Per il direttore generale Carlo Moser «il contesto economico in cui ci muoviamo oggi è sempre più complesso, caratterizzato dal crollo del costo del debito bancario, dall’azzeramento dei dividendi delle controllate e da un costo crescente della compliance. In questi anni abbiamo dovuto necessariamente aumentare il livello di efficienza nel supporto alle aziende del territorio. Il management di Friulia in questi anni si è focalizzato su un maggior presidio del rischio, un incremento della redditività degli investimenti e un efficientamento dei costi di gestione. Obiettivi in gran parte già raggiunti. Il portafoglio è oggi di elevata qualità, il profilo del rischio in netto miglioramento oltre che i costi di gestione in costante calo (dal 2013 al 30 giugno 2017 complessivamente del 15%). Su queste solide basi poggia il nostro futuro».