Assoimprenditori Alto Adige: indispensabile una mobilità efficiente la competitività del territorio

0
556
pab arno kompatscher riceve nuovo presidente assoimbrenditori federico giudiceandrea
Giudiceandrea: «bene potenziare il trasporto su ferro, ma senza penalizzare quello su gomma con divieti e rincari vari»

pab arno kompatscher riceve nuovo presidente assoimbrenditori federico giudiceandreaAssoimprenditori Alto Adige (Confindustria) scende in campo a commentare le proposte contenute nel nuovo piano della mobilità varato dalla giunta provinciale di Bolzano, cogliendone luci ed ombre.

Per il presidente degli imprenditori, Federico Giudiceandrea, «il nuovo piano per la mobilità provinciale contiene visioni importanti su cui impegnarsi e lavorare insieme. Da questo punto di vista Assoimprenditori Alto Adige valuta favorevolmente il progetto strategico lanciato per i prossimi dieci anni e si dice disposta fin da subito a partecipare in maniera costruttiva alla sua realizzazione. Allo stesso tempo però le imprese altoatesine sottolineano alcuni aspetti di cui bisogna tenere conto». 

Per Giudiceandrea «spostare il trasporto da gomma a rotaia è un obiettivo condiviso. Per raggiungerlo, è necessario rendere più efficiente e vantaggioso il trasporto ferroviario. Al contrario, continuare a penalizzare il trasporto su strada attraverso divieti, aumenti di pedaggio o addirittura rincari di carburante non assicura che i trasporti si spostino su ferro, ma rende solo meno competitiva l’intera “business location” Alto Adige andando a colpire imprese e famiglie». 

Secondo l’organizzazione confindustriale «l’Alto Adige ha bisogno di visioni strategiche che richiedono una pianificazione a lungo termine. Ma queste visioni necessitano anche d’interventi immediati. In particolare il nodo della mobilità a Bolzano – soprattutto in zona industriale – deve essere affrontato senza più rinvii. In attesa dei grandi progetti, servono misure che rendano più semplici gli spostamenti da e verso il capoluogo, così come al suo interno. A Provincia e Comune di Bolzano abbiamo già proposto di aprire un confronto con le parti sociali per individuare insieme le soluzioni più efficaci».