“Monni Food”: Confcommercio Alto Adige amplia il sistema ai buoni pasto

Vantaggi per gli esercenti per le commissioni ridotte e per l’ampia rete aderente.

0
491
nonni food
La presentazione di "Monni Food". da sx l’amministratore delegato della Moneynet e partner del progetto, Marco Di Cosimo. il portavoce della Gastronomia nell’Unione, Bobo Widmann, il presidente dell’Unione Philipp Moser e l’assessore provinciale Philipp Achammer

Dopo il successo del buono acquisto dell’Alto Adige “Monni Bon” (nel 2022 erogati ben 47.500 buoni per un valore di 17,8 milioni di euro), utilizzabile ormai in oltre 1.100 negozi e aziende in tutta la provincia, l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige aderente a Confcommercio ha ora predisposto un’ulteriore aggiunta al sistema di buoni locali estendendoli ai buoni pasto “Monni Food“.

«Con il buono pasto digitale dell’Alto Adige “Monni Food” si punta non solo a rafforzare i circuiti economici locali, ma anche a sostenere la gastronomia e i negozi di alimentari sul territorio grazie alle commissioni ridotte rispetto a quelle offerte mediamente dai grandi offerenti di buoni pasto presenti sul mercato», afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser entusiasta della nuova iniziativa.

Attualmente, per i buoni pasto incassati, i gastronomi si vedono fatturare commissioni molto elevate che possono arrivare fino al 18%. «Per la categoria si tratta di un costo insostenibile. Con questa soluzione locale, economica e vantaggiosa il problema viene risolto», assicura il portavoce della Gastronomia nell’Unione, Bobo Widmann.

«Come sia possibile rafforzare i circuiti locali tramite idee innovative lo mostrano chiaramente le rappresentanti e i rappresentanti della Gastronomia nell’Unione – afferma l’assessore provinciale, Philipp Achammer -. Con “Monni FOOD” le gastronomie riescono a conservare il massimo possibile del valore dei buoni pasto».

I vantaggi di “Monni Food”

I vantaggi di “Monni Food” sono evidenti: commissione del 5%, zero costi per le transazioni e (novità assoluta), pagamento al centesimo esatto. L’incasso dei buoni avviene tramite il lettore POS di ultima generazione che permette comunque di incassare anche tutti gli altri buoni pasto. Ulteriore vantaggio che i pagamenti POS fino a 10 euro sono privi di commissioni e che le aziende entrano anche nel novero della rete di monni.

Il buono pasto locale “Monni Food” non è disponibile in forma cartacea, ma solo sotto forma di app, ed è utilizzabile in tutte le aziende della gastronomia e negozi di alimentari aderenti situati in Alto Adige.

Tutti le informazioni sui buoni sono contenute sul nuovo sito www.monni.bz.it, dove è possibile ordinare rapidamente e comodamente tutti i tipi di buono sia da parte delle aziende – per i propri dipendenti – che da parte dei privati. 

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata