Marzotto, “Italian Exibition Group” forza di livello europeo

0
389
Veneto in azione Capitale Umano e Innovazione
Il gruppo nato dall’unione delle fiere di Vicenza e Rimini è in forte crescita in Italia e all’estero. Obiettivo la quotazione in Borsa nel 2018

«Italian Exhibition Group è una straordinaria rappresentazione di modello integrato tra soggetti pubblici e privati. L’unione delle fiere di Vicenza e Rimini, le due migliori d’Italia per reddittività, ha portato alla nascita di un gruppo fieristico che è diventato una forza a livello europeo» ha detto a Vicenza Matteo Marzotto, vice-presidente di Italian Exhibition Group, all’ apertura della terza e ultima giornata dei lavori sul tema “Veneto in azione – Capitale Umano e Innovazione”.

«E’ un’esperienza unica nel panorama espositivo italiano – ha aggiunto Marzotto – sia per risultati finanziari ottenuti che per i grandi obiettivi raggiunti. Ci auguriamo che il 2018 possa rappresentare l’anno della quotazione in Borsa di “Italian Exhibition Group”, ci stiamo lavorando. Grazie al lavoro di Ieg – ha spiegato – abbiamo portato “VicenzaOro” ad essere il protagonista di primo piano nel settore dell’orafo-gioielliero in Europa, unendo l’intera filiera del gioiello italiano in un’unica piattaforma. Quest’ultima è stata proiettata in mercati strategici, internazionalizzando realmente il nostro modello come dimostra, per esempio, la collaborazione tra Ieg e Dubai World Trade Centre che ha dato vita a Vod Dubai International Jewellery Show».

Per Marzotto «la nostra apertura internazionale si è ulteriormente rafforzata con l’acquisizione di Fb International, società di allestimenti che ha due sedi operative: una ad Oakland, in New Jersey, in grado di coprire tutta la costa Est, dal Canada a New York fino a Miami, e una a Las Vegas, in Nevada, per la costa Ovest, includendo il Messico. Oggi abbiamo le risorse per poter continuare nel miglioramento di questo quartiere fieristico, rinnovando e ampliando l’infrastruttura espositiva proprio qui a Vicenza».

In riferimento alla tre giorni in Fiera a Vicenza, Marzotto ha spiegato che «l’obiettivo di “Veneto in Azione: Capitale Umano e Innovazione”, realizzato dalla Regione Veneto è arrivare al 2020 con un sistema socio-economico regionale più cooperativo, collaborativo e integrato, con una rete di soggetti pubblici e privati che opereranno in ottica di filiera, con maggiore capacità di innovare e di innovarsi, rispondere ai cambiamenti di contesto e beneficiare di nuove relazioni a livello nazionale e internazionale». All’evento hanno partecipato 600 convegnisti i quali hanno diffuso in rete le loro opinioni e contributi riguardo ai temi presentati dal “Lab Inn”. Un dato accolto con soddisfazione dall’assessore all’istruzione, formazione, lavoro e pari opportunità Regione Veneto, Elena Donazzan: «l’amministrazione con questa iniziativa voleva mettersi in ascolto. Il risultato di impression sui social significa che oltre ai tanti presenti qui dentro c’era un mondo fuori ad ascoltare e a contribuire. Quello che stiamo facendo – ha aggiunto – ha un senso e un valore: nessuno destina più tempo a cose inutili. Questa per la Regione Veneto non è la prima iniziativa, ma si sta configurando come la più importante e riuscita su questo tema».