Bertagni 1882: cresce la produzione di tortellini nello stabilimento di Avio ex Paf

Previsti 6 milioni di euro di ulteriori investimenti per l’acquisto dei muri dello stabilimento e l’avvio di una quarta linea produttiva e l’assunzione di 35 nuovi addetti qualificati. 

bertagni 1882
Bertagni 1882: i tortellini sfornati dalla linea produttiva dello stabilimento di Avio.

Ad Avio, nello stabilimento Bertagni 1882 ex Paf, alla presenza di tutte le maestranze e le loro famiglie per un augurio di Buon Natale con la proprietà, è stato siglato con la Provincia di Trento e Trentino Sviluppo un aggiornamento dell’intesa sottoscritta nel 2017.

Il nuovo accordo prevede l’impegno da parte dell’impresa vicentina all’acquisto dell’immobile che ospita il pastificioattualmente in locazione, e l’avvio di una quarta linea produttiva. L’operazione comporterà un investimento privato di 6 milioni di euro e l’assunzione di 35 nuovi addetti nei prossimi due anni. Cruciale la questione manodopera: «dobbiamo trovare le professionalità indispensabili per la lavorazione del prodotto – ha detto in un appello rivolto agli amministratori locali il presidente di Bertagni 1822, Antonio Marchetti -. Siamo disponibili ad assumere anche persone da formare grazie ad un progetto messo a punto in collaborazione con Agenzia del lavoro».

Bertagni 1882 è il secondo produttore di pasta fresca in Italia, con oltre 100 milioni di fatturato annuo, con alle spalle il gruppo Ebro, una delle più importanti multinazionali al mondo, leader assoluto nel mercato del riso e numero due mondiale della pasta fresca e secca.

Nel biennio 2017-2019, l’impresa, guidata dall’amministratore delegato Enrico Bolla, ha ottemperato a tutti gli obblighi previsti dall’intesa con la Provincia di Trento, investendo nello stabilimento di Avio 4 milioni di euro in più rispetto agli 8 milioni originariamente pattuiti nel protocollo per approntare 3 linee produttive e potenziare i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agroalimentare. Di qui la stipula di una nuova intesa in virtù della quale Trentino Sviluppo e la Provincia si impegnano a trasformare il contratto di “rent-to-buy” di Bertagni 1882 in un vero e proprio contratto di vendita dell’immobile produttivo. L’impresa, dal canto suo, si prepara all’installazione di una quarta linea produttiva, che porterà tra il 2020 e il 2021 all’assunzione di 35 nuovi addetti, fino ad arrivare ad un totale di 100 dipendenti.

bertagni 1882
Le maestranze di Bertagni 1882 con i familiari riuniti in azienda per gli auguri di Buon Natale.

Una bella conclusione per uno stabilimento attivo da oltre trent’anni, nato come Paf per poi essere rilevato da Malgara Chiari & Forti nel 1998 per entrare in crisi nel 2010 e la definitiva cessazione della produzione nel 2016. Dal 2017 la resurrezione con il rilevamento dell’azienda da parte di Bertagni 1882 che, forte dei suoi 130 anni di esperienza nel campo della pasta, ha assicurato un rilancio che si è consolidato anno dopo anno.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata