Apre a Trento e Rovereto “Spazio CDP” il punto informativo regionale per imprese e pubbliche amministrazioni

Cassa Depositi e Prestiti e Fondazione Caritro insieme per lo sviluppo economico e sociale del territorio. Si tratta del terzo sportello del genere aperto a livello nazionale dopo Cagliari e Sassari. 

0
22
spazio cdp
Accordo Cdp e Fondazione Caritro: da sx Fabrizio Palermo Presidente Cdp, il ministro Riccardo Fraccaro, e il vicepresidente fondazione Caritro, Walter Bonomi.

È stato siglato l’accordo di collaborazione territoriale tra Cassa Depositi e Prestiti e Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto volto alla realizzazione di un punto informativo presso le sedi della Fondazione, in questo caso a Rovereto, all’interno del ProgettoSpazio CDP” esteso in diverse altre città italiane.

L’accordo si inserisce nell’ambito del progetto di collaborazione tra ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa) e Cassa Depositi e Prestiti con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la presenza di CDP sul territorio e la cooperazione tra la Cassa e le singole Fondazioni per lo sviluppo di progetti congiunti a beneficio delle comunità locali.

Nello “Spazio CDP” di Trento e Rovereto – così come già succede in quelli di Cagliari e Sassari – è possibile incontrare i referenti CDP provenienti dalle sedi di Verona e Venezia che avranno l’obiettivo di potenziare e fornire supporto integrato a soggetti sia pubblici che privati facendo sistema delle diverse esigenze e aumentando la coesione con il territorio. Il progetto si inserisce nell’ambito del nuovo approccio di Cassa Depositi e Prestiti focalizzato sullo sviluppo sostenibile dei territori, attraverso un rinnovato sostegno a tutti i portatori di pubblico interesse e con una particolare attenzione alle imprese di piccola e media dimensione.

Questo piano integra il più ampio programma di apertura delle nuove sedi di CDP in Italia, che ha già visto l’avviamento degli uffici di Verona, Genova, Napoli, degli Spazio CDP di Cagliari e Sassari e che proseguirà nel corso del 2020 con le inaugurazioni delle sedi di Torino, Firenze, Palermo e Bari.

Il coinvolgimento della Fondazione Caritro nelle iniziative che CDP porta avanti di concerto con le regioni e le province autonome, consentirà di aumentare la leva finanziaria a supporto della crescita del tessuto economico-sociale.

«La firma del protocollo odierno permette di conseguire utilità sociale e promozione dello sviluppo economico, finalità richiamate negli scopi statutari di Fondazione Caritro – ha detto il vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, William Bonomi -. Assieme ai numerosi portatori di pubblico interesse pubblici e privati, la Fondazione metterà a disposizione risorse e mezzi per creare opportunità di crescita per il territorio».

«Questo accordo testimonia e rafforza e il legame di Cassa Depositi e Prestiti con i territori – ha dichiarato l’amministratoredelegato di CDP, Fabrizio Palermo -, reso ancora più solido dalla partnership con le Fondazioni bancarie, con le quali condividiamo parte della nostra missione istituzionale. Gli accordi siglati ci consentiranno di lavorare in sinergia e in un’ottica di sistema per poter sviluppare un rapporto ancora più profondo con le comunità locali».

A margine dell’evento sono stati firmati anche altri due protocolli d’intesa tra Gruppo CDP, Provincia Autonoma di Trento e Cassa del Trentino. Il primo è finalizzato all’individuazione di strumenti finanziari innovativi che supportino le modalità di accesso al credito delle piccole e medie imprese del territorio. Il secondo, invece, si concentra sulla promozione di iniziative di rilancio economico del territorio, potenziamento del sistema infrastrutturale e valorizzazione del patrimonio immobiliare anche in ottica di sviluppo di progetti di social housing, ossia di edilizia residenziale sociale.

Nel corso dell’evento, il presidente di CDP Palermo ha anche ribadito l’importanza del fondo per l’innovazione che ora è pronto per partire: «sarà uno strumento formidabile per garantire lo sviluppo e il consolidamento delle startup con una dotazione di un miliardo di euro da parte dello Stato che CDP è chiamata a gestire. Nelle prossime settimane partirà anche una serie di azioni sul territorio per coinvolgere tutte le realtà connesse con il tema dello sviluppo di nuova imprenditorialità».

Pure il ministro per i rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha riconosciuto l’importanza del fondo per l’innovazione: «l’Italia parte in ritardo rispetto ad altri paesi, ma possiamo recuperare grazie alla loro esperienza. Abbiamo messo a disposizione un miliardo di euro che servirà per fare leva sugli investimenti e per consentire l’avvio di migliaia di nuove iniziative nel campo delle startup per portare nel Paese una decisa spinta all’innovazione».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata