L’economia trentina arranca sempre più

I dati del III trimestre 2022 elaborati dalla Camera di commercio mettono a rischio il bilancio dell’Autonomia speciale. Preoccupati gli imprenditori circa il futuro delle loro aziende. 

0
861
economia trentina

L’economia trentina arranca sempre di più, complice la congiuntura internazionale e anche le scelte del governo dell’Autonomia speciale che non sono state particolarmente efficaci a combattere la congiuntura negativa e ad imprimere la crescita, con pesanti effetti anche sul bilancio dell’Autonomia speciale che si alimenta grazie dal gettito tributario garantito dalle attività economiche sul territorio.

L’indagine congiunturale del terzo trimestre 2022 – curata dall’Ufficio studi e ricerche della Cameradi commercio di Trento – mette in luce un sensibile rallentamento dell’economia trentina rispetto ai primi sei mesi dell’anno. Le variazioni tendenziali del fatturato sono ancora positive per quasi tutti i settori economici e le classi dimensionali, ma, a livello complessivo, la crescita è dimezzata rispetto al periodo precedente. Una stima dei valori dei ricavi delle vendite, depurati dagli effetti inflazionistici che incidono marcatamente in questa fase economica, porta a ritenere che in termini reali la variazione su base annua dei fatturati delle imprese sia prossima allo zero o, comunque, presenti un tasso di aumento molto contenuto.

Nel III trimestre 2022, il fatturato delle imprese esaminate cresce dell’8,8% rispetto all’analogo trimestre del 2021. Tale variazione è decisamente più contenuta rispetto a quelle rilevate nei primi due trimestri (rispettivamente +16,6% e 15,3%) e rimane influenzata da una forte componente inflazionistica.

La domanda locale mostra una variazione in aumento rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente pari a +8,7%, mentre la domanda nazionale fa registrare una crescita molto simile e pari a +8,5%.

Le esportazioni continuano a evidenziare una dinamica leggermente più intensa, con una crescita su base annua del +10,0%.

Tutti i settori si caratterizzano per una variazione positiva del fatturato su base tendenziale, con i trasporti che si distinguono per la dinamica più sostenuta (+13,5%), mentre i servizi alle imprese presentano una crescita più modesta (+2,4%).

La variazione tendenziale del fatturato risulta positiva per tutte le classi dimensionali, ma è particolarmente marcata per le imprese di maggiore dimensione (+11,2%).

L’occupazione evidenzia una crescita lieve (+0,9%) e meno sostenuta rispetto ai trimestri precedenti (+2,1% nel 2° trimestre). Le variazioni positive più marcate si rilevano nei settori del manifatturiero e dei trasporti. Si riducono, invece, gli addetti del commercio e delle costruzioni.

Gli ordinativi continuano a caratterizzarsi per una dinamica favorevole (+11,2%), ma decisamente più contenuta rispetto ai precedenti periodi (nel II trimestre era pari a +37,3%).

I giudizi degli imprenditori sulla redditività e sulla situazione economica dell’azienda sono attualmente ancora positivi, mentre i giudizi in prospettiva evidenziano un marcatopeggioramento.

«I dati dell’indagine trimestrale sulla congiuntura – ha commentato Alberto Olivo, segretario generaledell’ente camerale trentino – confermano un quadro economico in decelerazione. Preoccupano i giudizi degli imprenditori in termini prospettici, che lasciano ormai intravvedere una fase recessiva nell’ultima parte dell’anno o nei primi mesi del 2023, e allarma il dato in base al quale oltre il 5% delle imprese ritiene a rischio il proseguimento dell’attività aziendale, se i rincari dei beni energetici e delle materie prime dovessero proseguire ancora per qualche mese. L’intensità e durata della prossimafase di crisi, che appare ormai molto probabile, dipenderà dall’evoluzione dello scenariogeopolitico internazionale nel breve e medio termine».

Anche la manovra di bilancio 2023 dell’Autonomia speciale sembra essere poco incidente per rilanciare un’economia trentina che arranca sempre più, anche in vista dell’appuntamento elettorale dell’ottobre 2023, quando si rinnoverà il Consiglio provinciale.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata