Prezzo del pellet in calo del 30%

Secondo Confcommercio Udine i cali innescati dal dimezzamento dell’Iva dal 22 al 10% e dai minori consumi complice un inverno mite.

0
1737
prezzo del pellet progetto fuoco verona 2016 pellet legna insieme

«Un inverno sin qui caratterizzato da temperature miti e il pressing di Confcommercio sono alla base della diminuzione del prezzo del pellet attorno al 30%»: lo afferma Filippo Meroi, presidentedel gruppo Tecnoedili di Confcommercio Udine.

Dopo aver denunciato nei mesi scorsi che il mondo del commercio era vittima delle speculazioni sui combustibili domestici, Meroi fa il punto della situazione alla luce di quanto approvato nella manovra di Bilancio 2023, che prevede tra l’altro la riduzione dell’Iva sul pellet dal 22% al 10% per il 2023.

«Il provvedimento – osserva Meroi – ha fatto sì che il prezzo del pellet, di fatto triplicati nell’inverno 2021-22, con un aumento del sacco da 15 chilogrammi da 4 a 12 euro, siano ora calati attorno agli 8 euro. Parliamo di pellet di qualità, certificato, con un conseguente beneficio che interessa sia le famiglie che le nostre imprese. A monte c’è l’azione sindacale di Confcommercio che ha convinto la politicaa introdurre la riduzione dell’Iva nella Finanziaria. Una buona notizia anche nella prospettiva degli acquisti di fine 2023».

Quanto alla legna da ardere, «siamo scesi in questa fase dai 30 euro al quintale di faggio a 23-24 euro» dice Meroi, che segnala anche il ribasso del gas propano utilizzato per le stufe catalitiche.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata