Reddito di cittadinanza: nel 2022 spesi 8 miliardi

Aumentano controlli sui percettori. 67 persone coinvolte ogni 1.000 abitanti, 202 a Napoli, 3 a Bolzano.

0
386
reddito di cittadinanza

Si stringono le maglie dei controlli sui beneficiari del reddito di cittadinanza, mentre arrivano i datisulla spesa nel 2022 dove hanno ricevuto almeno una mensilità di reddito 1,68 milioni di famiglie per 3,66 milioni di persone coinvolte e 7,99 miliardi di spesa.

Il tasso di inclusione, ovvero il rapporto tra persone coinvolte ed abitanti è pari a 67 persone ogni 1.000 a livello medio nazionale, ma è molto diverso a seconda delle province, variando dai 202 abitanti coinvolti ogni 1.000 a Napoli ad appena 3 su 1.000 a Bolzano e 11 a Belluno.

L’Inps ha siglato un protocollo con il ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – DAP, che consentirà «la verifica mensile e automatica dell’eventuale stato detentivodei richiedenti il reddito di cittadinanza, prima dell’erogazione del beneficio». L’Inps potrà disporre, in automatico, la revoca e il recupero della prestazione indebita in caso di omessa dichiarazione.

Mentre si attende la modifica della misura per evitare l’attuale penalizzazione delle famiglienumerose rispetto ai single, le famiglie con un solo componente a dicembre 2022 risultano il 46,33% del totale di quelle che hanno avuto l’assegno. Nel mese, nel complesso hanno avuto il reddito o la pensione di cittadinanza 1.168.722 famiglie per 2.483.885 persone coinvolte con un assegno medio di 549,46 euro a nucleo (642 milioni di euro la spesa nel mese).

A fronte di 541.426 famiglie con un solo componente (oltre 107.000 delle quali con pensione di cittadinanza) ci sono appena 20.618 famiglie con almeno sei componenti beneficiarie del sussidio (per 721 euro medi) e 51.761 con almeno cinque componenti (per 733 euro medi).

Guardando a dicembre 2022, è sempre il Mezzogiorno l’area del Paese con il numero maggiore di beneficiari (759.767 famiglie per 1.730.995 beneficiarie) con oltre il 65% dei nuclei coinvolti dalla misura contro la povertà. Il resto delle famiglie beneficiarie risiede per poco più del 20% al Nord e per poco meno del 15% al Centro.

Solo nella provincia di Napoli a dicembre hanno ricevuto il reddito o la pensione di cittadinanza164.215 famiglie per 422.715 persone coinvolte, un numero che supera il doppio di quelle dell’interaLombardia che nello stesso mese sono state 81.115 per 151.433 persone coinvolte. Nel Mezzogiorno l’assegno medio a dicembre è stato superiore di oltre 100 euro rispetto al Nord – dove il costo della vita sarebbe pure superiore a quello del Sud – con 580,80 euro medi a fronte dei 477,23 del Settentrione. A Napoli l’assegno medio ha superato a dicembre i 634 euro, segnando una differenza di quasi 250 euro rispetto ai 387 euro medi di Trento.

Insomma, quando il governo Meloni tirerà una riga finale sul provvedimento clientelare grillino sarà sempre troppo tardi.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata