Conoscere la geologia del Veneto

Pubblicato il primo volume “Dalle rocce più antiche alle piattaforme anisico-ladiniche”.

0
17794
geologia del veneto

La geologia non è certamente tra le scienze più popolari, surclassata ad esempio dall’astronomia, ma il volume “Conoscere la geologia del Veneto” potrebbe cambiare le cose. In parte questo è dovuto ad alcune complicazioni inevitabili, tipo la complessa suddivisione delle ere, dei periodi e delle epoche in cui si suddivide la storia del nostro pianeta, o ai complicati nomi delle rocce. Ma la geologia ci circonda; basta guardare le montagne, le valli, le pianure che ci stanno intorno, e capita a tutti di farci domande su come si sia formata e quando e perché una certa struttura dalla forma o dai colori insoliti. L’importanza della geologia diviene poi evidente in occasionedi disastri come un’eruzione vulcanica od un terremoto.

Per chi volesse avvicinarsi a questa importante branca del sapere, si possono trovare in libreria testi introduttivi generali e di base; ma per chi volesse un’opera calata nella realtà del Veneto e delle regioni circostanti, possiamo caldamente consigliare il volume “Geologia del Veneto”. Di medio formato, riccamente illustrato a colori su quasi ogni pagina, robustamente rilegato in brossura, si suddivide in 7 capitoli, più alcune presentazioni, un’introduzione e guida alla lettura, un epilogo e la abbondante bibliografia.

Le immagini, i disegni, gli schemi sono tutti molto curati e sono una gioia per gli occhi. Anche il testo appare inappuntabile dal punto di vista letterario; cosa piuttosto rara in un lavoro di alta divulgazione scientifica. Bisogna fare sinceri complimenti all’autore, il geologo Tiziano Abbà, sia come scrittore, che come artista-illustratore (in questo ultimo aspetto egregiamente adiuvato da E. A. Manfrè). Non è per nulla esagerato dire che questo volume, costato quattro anni di lavoro, è il risultato di un profondo amore per la materia e di un desiderio di perfezione raro a trovarsi.

Il libro si presenta bene; è accattivante l’abbondanza di fotografieschemi e disegni, tutti accurati. Nel primo capitolo si fornisce una succinta (ma non troppo, occupando 29 pagine) presentazione della geologia, in particolare delle rocce che si trovano sul nostro pianeta e della scala del tempo geologico. Abbiamo apprezzato l’esempio didatticamente molto efficace dell’enorme durata del tempo geologico riportato a pagina 49. Correttamente l’autore attribuisce ad un suo amico (M. Ghion) l’idea di utilizzare un paragone chilometrico per far capire l’enormità dei tempi di cui tratta la geologia. Se un anno corrispondesse ad un millimetro, la vita umana si svolgerebbe in una decina di centimetri al massimo. La scala dei fenomeni geologici trattati nel volume si estenderebbe invece a qualcosa come cinquecento chilometri! Paragone molto impattante!

I capitoli successivi sono dedicati alle montagne prima delle Alpi, al vulcanismo del Permiano inferiore (in cui si tratta anche di fenomeni drammatici -come la caldera di Bolzano- avvenuti nel Trentino Alto Adige), alla trasgressione del Permiano superiore, al Triassico inferiore, al “mosaico ambientale” dell’Anisico, ed infine alle piattaforme anisico-ladiniche e ai bacini circostanti.

I capitoli si articolano in una parte testuale generale, di taglio molto divulgativo, in cui si evita il più possibile ogni linguaggio tecnico; a questa segue una o più parti di approfondimento (evidenziate da uno sfondo colorato), in cui la terminologia diviene più specialistica, ma sempre accessibile ad un lettore attento e colto, pur richiedendo un certo impegno. Molto utili sono pure gli inquadramenti cronostratigrafici relativi alle litogenesi dei vari periodi considerati nel volume, che si trovano a chiusura dei capitoli dal quarto in poi. Questi quadri riassuntivi agevolano molto la comprensione dei complicati fenomeni geologici avvenuti nelle passate epoche, indicando bene le rocce che ne sono risultate.

Geologia del Veneto” è il primo di una trilogia di volumi cui sta già lavorando Tiziano Abbà, e che tratteranno delle epoche successive a quelle descritte in questo libro. Si prevede di pubblicare il secondo nel corso del 2024. Sicuramente chi avrà il piacere di leggere questa prima pubblicazione attenderà con impazienza di assicurarsi anche i prossimi.

Quaderni naturalistici e culturali del Comitato Scientifico Veneto Friulano Giuliano del Club Alpino Italiano

di Tiziano Abbà,

Fondazione Berti-Duck Edizioni, 2019

pag. 228, Euro 20

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata