Il lago di Piediluco ospiterà tre eventi di canottaggio

0
451

TERNI (ITALPRESS) – Si riaccendono i riflettori sul Lago di Piediluco grazie a tre importanti eventi di canottaggio in programma tra marzo e maggio. Il programma è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa organizzata dalla Federazione Italiana Canottaggio presso la Fondazione Carit a Terni alla quale hanno partecipato, tra gli altri, i due presidenti Giuseppe Abbagnale e Luigi Carlini. La partenza è di quelle importanti. Domani e domenica il centro federale ospiterà il Primo Meeting Nazionale che vedrà impegnati oltre mille tra atleti e atlete tra cui i membri del gruppo olimpico che, agli ordini del direttore tecnico Francesco Cattaneo, gareggeranno sotto il nome di Team Italia. Tre eventi contro i quattro dello scorso anno ma a spiegare il motivo del calo è stato lo stesso Abbagnale: “Purtroppo non abbiamo fatto in tempo ad avviare anche i lavori per il campo gara che partiranno a fine estate. Per il resto il progetto di efficientamento energetico e ristrutturazione è proseguito ed ha portato ad importanti risultati”. La conferma sono anche i numeri, in crescita, della 37esima regata internazionale “Memorial Paolo D’Aloja” che quest’anno vedrà al via 34 nazioni tra cui Iran e Israele, oltre ovviamente alle più forti del panorama mondiale. L’appuntamento è dal 31 marzo al 2 aprile. Mentre il 13 e il 14 maggio torneranno i migliori del panorama italiano per il 2° Meeting Nazionale. Oltre ai numeri dei tre eventi e alla crescita del centro federale, la conferenza stampa è stata anche l’occasione per ribadire il rapporto stretto costruito nel tempo tra la Federazione Italiana Canottaggio e la Fondazione Carit. “Mi fa piacere che ci siano quasi tutti gli attori della rinascita del centro federale del canottaggio e li ringrazio – ha detto il presidente Carlini -. Abbiamo deciso di rilanciare il centro tutti insieme. Un centro per il quale il presidente Abbagnale si è speso molto a livello nazionale e internazionale. Noi intendiamo promuovere lo sviluppo locale anche attraverso lo sport”.
– foto ala/Italpress –
(ITALPRESS).