A Vicenza 600 Commercialisti in assemblea

Nella sala Maggiore del Teatro Comunale di Vicenza 600 commercialisti in assemblea hanno approvato il bilancio, si sono confrontati sui temi fiscali del momento e sull'equo compenso e hanno presentato il concorso per gli studenti delle scuole superiori per realizzare il logo del Comitato Pari Opportunità.

0
866
Assemblea ODCEC Vicenza 2023 Consiglio dell'Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili

L’Assemblea dell’Ordine dei Dottori Commercialisti Esperti Contabili di Vicenza si è conclusa con successo la scorsa settimana con oltre 600 professionisti riuniti nella sala maggiore del Teatro Comunale di Vicenza.

“Il bilancio è stato approvato all’unanimità – ha sottolineato Margherita Monti presidente dell’Ordine – e l’importante partecipazione testimonia la solidità della nostra organizzazione e il forte senso di appartenenza dei nostri iscritti.”

Durante l’assemblea, la Presidente Margherita Monti ha sottolineato l’importanza del ruolo degli oltre 1600 commercialisti di Vicenza come cinghia di trasmissione tra contribuenti e istituzioni, e mondo imprenditoriale, mentre a livello nazionale ha evidenziato la competenza della categoria nell’aiutare i decisori politici a definire le nuove norme, soprattutto fiscali.

La riforma fiscale è stata discussa approfonditamente, con l’accento sulla necessità di semplificare le regole di determinazione della base imponibile, garantire un’equità orizzontale dell’IRPEF, ridurre l’aliquota dell’imposta sul reddito delle società in caso di investimenti e nuove assunzioni, e razionalizzare i procedimenti di accertamento e il sistema sanzionatorio.

Pasquale Mazza e Margherita Monti
Pasquale Mazza Consigliere CNDCEC e Margherita Monti dialogano sull’equo compenso


Sul fronte dell’equo compenso, il confronto è stato con Pasquale Mazza Consigliere Nazionale delegato alla materia e presente in assemblea. Il consesso ha accolto con favore l’approvazione della legge da parte del Senato, definendola un passo importante verso la tutela dei diritti dei professionisti e un cambiamento positivo nell’atteggiamento della politica verso il mondo delle libere professioni.

Infine, l’Ordine ha annunciato un concorso per gli studenti delle scuole superiori della provincia, con l’obiettivo di creare un logo per il Comitato per le Pari Opportunità (CpO). Il logo dovrà rappresentare la mission del CpO, promuovendo la parità di genere, l’assenza di violenza morale e psicologica e la lotta contro la discriminazione.